16 agosto 2018
Aggiornato 02:00

La Gsa non sa più vincere in trasferta: ko anche a Ferrara

I bianconeri non vincono in trasferta dal lontano 3 dicembre, quando espugnarono il campo di Forlì, a testimonianza di una pericolosa involuzione nel gioco lontano dalle mure amiche
La Gsa non sa più vincere in trasferta: ko a Ferrara
La Gsa non sa più vincere in trasferta: ko a Ferrara (Ferrara)

UDINE - Brutta sconfitta per la Gsa Udine che perde per 92 a 77 sul campo della Bondi Ferrara. I bianconeri non vincono in trasferta dal lontano 3 dicembre, quando espugnarono il campo di Forlì, a testimonianza di una pericolosa involuzione nel gioco quando i friulani sono chiamati a misurarsi lontano dalle mure amiche.

Dall'altra parte Ferrara, una delle squadre più 'corte' del torneo con solamente 7 uomini a disposizione, ma ottimamente allenata dal giovane coach Bonacina e gasata dai recenti successi su Mantova e Ravenna, ha messo in mostra tutti gli attuali difetti dei bianconeri versione trasferta: scarso mordente ad inizio match, poca aggressività in difesa e insufficiente fluidità nella circolazione di palla in attacco. A ciò si è aggiunta  una difesa che ha lasciato troppo spesso liberi sul perimetro i temibili tiratori estensi  che hanno realizzato il 14/31 da tre punti che è stato fatale per le sorti dell'incontro.

Della prestazione sotto tono dei bianconeri, si è salvato solamente il secondo quarto di gioco, vinto  con il parziale di 22 a 10 dai friulani. Sul parquet Lardo aveva fatto uscire Veideman, apparso ancora la pallida copia del giocatore formidabile visto alla fine della scorsa stagione e in rari casi in questa, per Nobile. Il playmaker di Basiliano, in coppia con Bushati (in crescita, anche se con qualche personalismo di troppo), ha fatto aumentare esponenzialmente i giri del motore friulano e contribuito prima a realizzare il parziale di 10 a 0 che ha riportato gli udinesi a -4 (28-24) e poi, con una tripla messa a segno (merce rara in casa Gsa), ha permesso per l'ultima volta a Udine di andare in vantaggio (35-36). Nella terza frazione, Ferrara, trascinata da un incontenibile Cortese (28 punti, 7 falli subiti e 3 assist per lui)  è tornata nuovamente a «macinare» i bianconeri, che al 34' perdevano un nervoso Dykes per 5 falli, ed i due punti sono rimasti stabilmente nelle mani dei padroni di casa.
 

Bondi Ferrara - G.S.A. Udine 92-77 (28-14, 38-36, 64-50)
Bondi Ferrara: Riccardo Cortese 28 (4/7, 4/8), Yankiel Moreno 15 (3/5, 3/5), Alessandro Panni 15 (0/0, 5/8), Mike Hall 11 (2/6, 1/6), Tommaso Fantoni 9 (2/3, 0/1), Erik Rush 8 (2/4, 1/3), Lorenzo Molinaro 6 (2/4, 0/0), Alessio Donadoni 0 (0/0, 0/0), Mirko Carella n.e., Mario Mancini n.e., Davide Drigo n.e.. All. Bonacina.
G.S.A. Udine: Franko Bushati 14 (1/3, 3/9), Kyndall Dykes 12 (6/8, 0/3), Ousmane Diop 11 (4/7, 0/2), Rain Veideman 10 (2/4, 2/5), Michele Ferrari 6 (3/4, 0/1), Chris Mortellaro 6 (1/3, 0/0), Vittorio Nobile 6 (0/0, 2/3), Francesco Pellegrino 5 (2/6, 0/1), Tommaso Raspino 4 (1/3, 0/2), Andrea La torre 3 (0/2, 1/4), Raphael Chiti n.e. All. Lardo.