'Ostello' abusivo di nordafricani in viale Ungheria

Gli agenti delle Volanti hanno trovato gruppi persone di diverse nazionalità che occupavano l’appartamento con numerosi letti posizionati nelle varie stanze. A organizzare il 'soggiorno' un 35enne tunisino
'Ostello' abusivo di nordafricani in viale Ungheria
'Ostello' abusivo di nordafricani in viale Ungheria (Diario di Udine)

UDINE - Una rete irregolare di affitti e subaffitti è emersa da un controllo effettuato dalla Polizia di Stato in un appartamento di viale Ungheria 147 a Udine, dopo che una Volante, nella serata del 12 febbraio, è intervenuta in un’abitazione occupata da un gruppo di cittadini stranieri. In seguito alle lamentele di un gruppo di condomini, il personale della Questura di Udine giunto sul posto ha trovato gruppi persone di diverse nazionalità che occupavano l’appartamento con numerosi letti posizionati nelle varie stanze, senza che ne fosse mai stata data segnalazione all’autorità competente.

A organizzare il soggiorno degli occupanti un 35enne tunisino, E.M., affittuario dell’appartamento, che a sua volta cedeva in affitto i posti letto a connazionali, a marocchini e ad egiziani, percependo delle quote che variavano di mese in mese, a seconda del numero delle presenze nei vari periodi. Di fatto l’alloggio si era trasformato in un rifugio anche per persone che non potevano stare sul territorio comunale o nazionale, come nel caso di N.M.A., 40enne cittadino del Marocco, colpito dall’ordine del Questore di Udine nell’aprile del 2017, provvedimento in base al quale avrebbe dovuto lasciare il territorio nazionale. L’uomo, dopo essere stato nuovamente identificato, è stato denunciato e fatto oggetto di un nuovo ordine del Questore.

Come informa la Questura, a seguito delle molteplici violazioni emerse dal controllo, è al vaglio la posizione dell’affittuario, nonché di tutti gli attori della situazione, verso i quali si effettueranno più approfonditi accertamenti in ordine alle varie irregolarità, tra cui quelle fiscali.