22 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Verso le elezioni

Giovanni Govetto nuovo responsabile del programma Udc per la città di Udine

Per il responsabile cittadino e consigliere comunale Bortolin, «dobbiamo restituire agli udinesi la città che conoscevamo, efficiente, pulita, capitale di quel modello Friuli che la sinistra è riuscita a distruggere»
Giovanni Govetto nuovo responsabile del programma Udc per la città di Udine
Giovanni Govetto nuovo responsabile del programma Udc per la città di Udine

UDINE - Il segretario regionale dell’Udc Paolo Urbani ha nominato Giovanni Govetto responsabile del programma Udc per la città di Udine in vista delle prossime elezioni amministrative. Govetto affiancherà così Mirko Bortolin, responsabile cittadino e consigliere comunale Udc, nella stesura delle liste e nell’organizzazione della campagna elettorale. Per il segretario regionale Urbani «ci stiamo avvicinando ai prossimi appuntamenti elettorali delle politiche, delle regionali e delle amministrative di molti comuni, tra cui la città di Udine, consapevoli del fatto che gli elettori hanno capito che con le urla e le promesse irrealizzabili di chi non ha idea di cosa significhi governare o amministrare si va allo sfascio, che la sinistra ha fallito su tutta la linea e che il Paese ha bisogno di competenza, di proposte serie e moderate e di una visione di lungo periodo. In questo senso l’Udc rappresenta una proposta seria, concreta e radicata sul territorio grazie ai molti anni di esperienza amministrativa in Fvg e in tutto il Paese».

Per il responsabile cittadino e consigliere comunale Bortolin, «dobbiamo restituire agli udinesi la città che conoscevamo, efficiente, pulita, capitale di quel modello Friuli che la sinistra è riuscita a distruggere. Oggi a Udine regnano degrado, illegalità alla luce del sole, abbandono delle periferie. Non è questa la città che gli udinesi meritano e per fortuna il momento in cui potranno decidere di cambiare rotta si avvicina». Govetto ritene che «in mezzo a questa politica fatta di personalismi, slogan gridati e totale assenza di ideali è necessario ripartire dal bene comune: i cittadini non possono essere visti come voto per conquistare il potere ma come persone a cui dare risposte. Per questo io do convintamente la mia disponibilità all’Udc a coordinare il programma elettorale, le liste e le alleanze».

«Ritengo sia indispensabile recuperare la grande tradizione di una forza politica popolare quale l’Udc piuttosto che rincorrere la moda dei personalismi e delle civiche dell’ultima ora (che appaiono più come contenitori di candidati che non come forze portatrici di ideali)», conclude Govetto.