13 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

I "Promessi sposi" 2.0: successo per le prime repliche dell'innovativo spettacolo

Renzo e Lucia non annoiano più grazie al 'Whats'App Quizz' e collegamenti Skype. Il progetto dell'attore e regista Luciano Roman unisce tradizione, tecnologia e social network
I "Promessi sposi" 2.0: successo per le prime repliche dell'innovativo spettacolo
I "Promessi sposi" 2.0: successo per le prime repliche dell'innovativo spettacolo (Web)

PORDENONE - Com’era nelle aspettative stanno suscitando successo e grande simpatia i 'Promessi sposi' 2.0, dell’attore e regista Luciano Roman, che uniscono tradizione, tecnologia e social network e riesce a rendere appassionante le 'peripezie' di Renzo e Lucia attraverso gli strumenti che i ragazzi usano quotidianamente, come Skype, WhatsApp e lo streaming, facendoli appassionare al primo grande romanzo italiano che la maggior parte degli studenti considera una 'pizza' noiosa e illeggibile.

Le prossime date nel pordenonese
Il progetto, organizzato dall’associazione Thesis con il sostegno di Friulovest Banca, è stato portato sul palco del Teatro Ruffo di Sacile e nell’auditorium Zotti di San Vito al Tagliamento. Lunedì 26 e martedì 27 febbraio sarà alle 9.30 e alle 11.15 nel teatro Vendramini di Pordenone, mercoledì 28 febbraio alle 11 nel teatro Verdi di Maniago, dove con una formula rivisitata sarà anche proposto a tutti alla sera, alle 20.45. Già rappresentato con altrettanto successo nel teatro Parioli di Roma, al teatro della Tosse di Genova, nella sala Fontana di Milano e a Lecco in occasione delle Giornate manzoniane, dal 5 al 10 marzo approderà nel tempio del teatro in Italia, il Piccolo di Milano.