3 aprile 2020
Aggiornato 20:00
A Forni di Sopra dal 2 al 4 marzo

Crazy Bob, alla 10^ edizione parteciperanno 35 equipaggi

Attese 8.000 persone solo per la giornata di domenica per la 10^ sfida tra bob e slitte auto-costruite nella quale vince chi aguzza meglio ingegno
Crazy Bob, alla 10^ edizione parteciperanno 35 equipaggi
Crazy Bob, alla 10^ edizione parteciperanno 35 equipaggi

FORNI DI SOPRA - Ebbene sì, i pazzi stanno ritornando. Le date da segnarvi sul calendario sono quelle del 2, 3 e 4 marzo 2018. La location è quella di Forni di Sopra, in Carnia, sulle nevi delle Dolomiti Friulane. Garage, cantine e officine hanno già rialzato le saracinesche. La fantasia si è rimessa in moto. Per cosa? Per la folle sfida della Crazy Bob, naturalmente. Attese 8.000 persone solo per la giornata di domenica 4 marzo; Protezione civile, Comune di Forni di Sopra e tutti i volontari sono pronti per accogliere questa avvincente sfida.

Gli organizzatori di uno degli eventi più longevi, futuristici e accattivanti del Friuli Venezia Giulia, si apprestano a dare vita a questa nuova edizione, la 10^, della sfida tra bob e slitte auto-costruite nella quale vince chi aguzza meglio ingegno, humor, spirito collaborativo e voglia di sano divertimento.
Space Shuttle giganti, Velieri dei vichinghi, sottomarini, locali sugli sci, piramidi, vasche da bagno, gommoni, riproposizioni cinematografiche e televisive ambulanti (quelli che oggi giorno sono stati ribattezzati i Cosplay)... in questi 20 anni se ne sono viste di tutti i colori.
Con la giornata di sabato si sono chiuse le iscrizioni, sono ben 35 le squadre che hanno deciso di partecipare alla manifestazione, provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia, dal Veneto e anche dalla Toscana, esattamente da S.Vincenzo in provincia di Livorno.
Crazy Bob è su internet al sito www.crazybob.it e sui social, con la pagina Facebook, Istagram e YouTube. QUI il programma completo della tre giorni.

La Crazy Bob è una sfida goliardica tra bob e slitte auto-costruite nella quale vince chi aguzza meglio ingegno, humor, spirito collaborativo e voglia di sano divertimento. Tutto nacque lo ricordiamo da una felice intuizione dell’esercente tolmezzino Attilio Quaglia e di un gruppo di amici che ad inizio anni 2000 lanciarono dalle nevi dello Zoncolan una competizione fantasiosa, trasformatasi in breve tempo in un evento di estremo successo, riuscendo nelle sue passate edizioni a calamitare sulle nevi carniche, decine di migliaia di spettatori, ottenendo tra l’altro una incredibile visibilità mediatica a livello nazionale ed internazionale. Nel marzo 2016, nel corso dell’ultima edizione, vi hanno partecipato 34 squadre, per 200 protagonisti in gara, provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia (Torviscosa, Ronchis, Lignano, Tarcento, Cordenons, San Quirino, ecc) e dal Veneto (Breda di Piave, Bibione, Fossalta di Portogruaro, ecc). Migliaia e migliaia furono le presenze nelle tre giornate con compagnie di amici, turisti e semplici curiosi giunti a Forni di Sopra da tutto il Friuli Venezia Giulia, dal Veneto, dalla Slovenia, dalla Croazia, dall’Austria e rimasti sbalorditi dalla possibilità di assistere ad un vero spettacolo di creatività.