18 novembre 2018
Aggiornato 14:00

‘Udineuropa’: piazza I Maggio si trasforma per 3 giorni nel Vecchio Continente, in miniatura

In concomitanza con l'evento si svolgerà anche ‘Udine Dog Show’, una Sfilata amatoriale cinofila aperta a tutti i cani di razza e non
‘Udineuropa’: piazza I Maggio si trasforma per 3 giorni nel Vecchio Continente, in miniatura
‘Udineuropa’: piazza I Maggio si trasforma per 3 giorni nel Vecchio Continente, in miniatura (Federazione Italiana Venditori Ambulanti | Facebook)

UDINE – Udine capitale d’Europa, per l’8^ edizione della prestigiosa e variegatissima mostra-mercato -, promossa dalla Confcommercio-Fiva (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) in co-organizzazione con il Comune - di prodotti enogastronomici e artigianali provenienti da numerosissimi Paesi europei, oltre che da molte regioni del Belpaesene. A marzo nuovo appuntamento con ‘Udineuropa’: l'evento, a ingresso libero, è in programma dal 9 all’11 marzo in piazza I Maggio, e vedrà la presenza di oltre 150 espositori.

SAPORI E COLORI INTERNAZIONALI - Tantissime e di tutti i tipi le proposte delle eleganti strutture che, con i loro sapori e colori internazionali, trasporteranno il cuore di Udine nel centro dell'Europa: dall'artigianato ai prodotti tipici, da tutta Europa e dal resto d’Italia. E poi ancora dolci da tutto il Continente, bevande e gastronomia per uno street food che a ‘Udineuropa’ diventa Gourmet. Ampissimo anche l'orario di apertura per favorire al massimo i visitatori: dalle 9 del mattino a mezzanotte. Grazie a questa pacifica e festosa invasione colorata, Piazza I Maggio si presenterà come un’Europa in miniatura: una piazza cosmopolita dove sventoleranno le bandiere di Marocco, Ecuador, Israele, Lituania e – per la gastronomia - Thailandia o Senegal. Ma i pezzi forti verranno ancora una volta dal cuore del Vecchio Continente.

A FARLA DA PADRONA SARÀ INFATTI LA GASTRONOMIA MITTELEUROPEA - Da Salisburgo un trio di specialisti del palato offrirà le specialità tradizionali tirolesi e austriache: canederli e speck affumicato, zuppe di Gulasch, salsicciotti per tutti i gusti, torta Sacher e i deliziosi Brezen, il pane tipico del Tirolo, normalmente salato, ma anche ricoperto di cioccolato o ripieno di mele. Protagonista assoluto anche lo strudel in tutte le sue varianti: alla mela, alla frutta, alla cannella. Agli appetiti più robusti si raccomanda il grill gigante con specialità dalla Germania dove tutto è ‘maxi’: i wurstel anche da mezzo chilo, gli spiedini di mezzo metro fino ai colossali stinchi di maiale o la carne della Turingia aromatizzata alla birra scura e gli immancabili Sauerkraut, naturalmente accompagnati da fiumi di birra.

SAPORI SUDAMERICANI - Per chi preferisce sapori Sudamericani l’ideale è rappresentato dalla carne argentina, l’Asado, alla griglia e la specialità dalla ristorazione brasiliana, la Feijoada, preparata con riso, fagioli neri, carne di maiale e di manzo, che porteranno a Udine un pezzo del Nuovo Continente.

ISRAELE E MOLTO ALTRO - Più delicate ma non meno gustose le polpette di ceci e spezie – le celebri falafel – dell’israeliano Rafael Or, che propone menù con carne di agnello, ma offre proposte anche per chi mangia vegetariano. Invitantissima è la paella dello stand spagnolo di Juan Solbas, catalano di Barcellona. Il riso, nelle enormi padelle, è condito con carne o con pesce, ma anche con entrambi (paella mixta, la chiamano). Tutto preparato all’istante, sotto gli occhi dei visitatori. Dalla Russia arrivano invece vodka e caviale nero.

SPECIALITÀ REGIONALI - E in questo serpentone, suggestivo e coloratissimo, non possono mancare gli operatori italiani con le loro specialità regionali. Presenti col meglio del meglio, tra alimentari e non. Grappa veneta e friulana, peperoncini di Calabria, sott’olio e ripieni e non, pasticceria siciliana, salumi e finocchiona del Mugello, formaggi sardi e pane Carasau, birra artigianale non pastorizzata, olive ascolane, bistecche alla Fiorentina, focaccia genovese, taralli e norcineria tipica dell’Alto Lazio e dell’Umbria. Di particolare interesse la presenza di un operatore di Amatrice che proporrà le specialità tipiche della zona come l’Amatriciana o la Gricia.

‘UDINEUROPA’ PERÒ NON È SOLO FOOD - Per chi ama arredare la casa in stile British, niente di meglio delle porcellane inglesi. Udine è anche particolarmente fortunata, perché il mercato si tiene nella stagione ottimale per la produzione dei celebri bulbi olandesi. Per i bambini, stand da non perdere sono quelli di marionette e pupazzi di pezza ungheresi e di ceramiche artigianali lituane. E ci sarà spazio pure per il Premio per banchi più originali: sarà il pubblico ancora una volta a valutare e premiare i prodotti e gli operatori favoriti. Tra i banchi più curiosi e votati, anche lo stand di ‘cimeli’ sovietici. Sempre affollatissimo è poi lo stand irlandese, dove verde e nero sono i colori dominanti. Per sfidare l’inverno, ecco infine maglioni pesantissimi, copricapo e pelli di renna finlandesi.

NOVITÁ - Per la prima volta a Udine arriva un operatore ungherese specializzato nella produzione dei Kürtőskalács caratteristico e golosissimo dolce cilindrico a spirale – il più antico d’Ungheria - disponibile in vari gusti e da gustare appena sfornato.

UDINE DOG SHOW’ - Inoltre per la prima volta in concomitanza con ‘Udineuropa’ si svolgerà ‘Udine Dog Show’: domenica 11 marzo dalle 11 alle 17 si terrà una Sfilata amatoriale cinofila (a cura di Aston Models) aperta a tutti i cani di razza e non dai 4 mesi con tanti premi. Iscrizioni sul posto dalle ore 14 alle 16 (per informazioni su Udine Dog Show si può contattare il 3297185333).