17 dicembre 2018
Aggiornato 04:30

Ospedale di Latisana: presentato il progetto di rilancio

Tre le aree di intervento oggetto del rilancio della struttura: materno/infantile, emergenza e diagnostica. Il sindaco Galizio: «È un risultato importante per i cittadini»
Ospedale di Latisana: presentato il progetto di rilancio
Ospedale di Latisana: presentato il progetto di rilancio (Latisana)

LATISANA - Tre aree di intervento oggetto del rilancio della struttura (materno/infantile, emergenza e diagnostica) e un progetto di accoglienza internazionale per l’ospedale di Latisana. Sono questi, in sintesi, i punti salienti del piano presentato dal direttore generale dell’Azienda Sanitaria Aas2 Bassa Friulana Isontina Antonio Poggiana, del presidente Uti Riviera Bassa Friulana e sindaco di Lignano Luca Fanotto, del sindaco di Latisana Daniele Galizio e del vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello. Presenti diversi sindaci e amministratori del territorio, nonché alcuni cittadini.

I PROGETTI DI SVILUPPO DELL’OSPEDALE – Dal 5 marzo sarà presente il pediatra h24 a tempo indeterminato, cui si aggiunge la creazione di posti letto dedicati per osservazione anche notturna dei pazienti in età pediatrica, la modifica della programmazione regionale con istituzione della Struttura complessa (S.O.C.) di Anestesia e Rianimazione autonoma a Latisana, l’assegnazione dell’incarico di direttore entro giugno 2018 con conseguente apertura di 4 posti letto di terapia intensiva. E stato inoltre siglato Siglato l’accordo con il Comune di Latisana per l’utilizzo di un’area di circa 15.000 mq, contigua all’area ospedaliera, destinata alla predisposizione dell’elisuperficie abilitata Enac al volo notturno in modalità delivery. In previsione c’è il il completamento della nuova area senologica e l’acquisto di un nuovo mammografo digitale con tomosintesi.

I COMMENTI - «Questo progetto di rilancio dell’Ospedale di Latisana – ha commentato il sindaco di Latisana, Daniele Galizio – segna una positiva inversione di tendenza rispetto alle previsioni sul ruolo della struttura, il cui punto più basso è stata la sospensione del punto nascita il 17 marzo 2016. È un risultato importante per i cittadini, che è stato ottenuto grazie a un ininterrotto confronto ai tavoli di lavoro tecnico-politici portati avanti nel corso del tempo. Considero questi primi risultati un punto di partenza per proseguire sulla strada dello sviluppo e del potenziamento dell’ospedale in termini di progettualità e servizi in favore dei cittadini del nostro territorio». Ha aggiunto il sindaco di Lignano Fanotto: «Oggi siamo di fronte a dei risultati concreti e tangibili, frutto di un lungo percorso, di un dialogo condotto tra Azienda Sanitaria, Regione e Uti».
A chiudere la presentazione, il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, nel cui intervento ha sottolineato l’aspetto della vocazione turistica della struttura: «L’ospedale di Latisana è al centro di uno dei progetti più importanti dal punto di vista turistico, legato all’accoglienza internazionale; si tratta di un’opportunità straordinaria di cui non possiamo perdere l’occasione. Al netto delle polemiche di questi anni, il confronto con gli amministratori e i sindaci del territorio, ci hanno permesso di sviluppare una progettualità che diventerà ancora più significativa nei prossimi anni».