17 dicembre 2018
Aggiornato 04:30

‘Io dico che domani Italia vince’: nuovo appuntamento al Ristori di Cividale

«È uno spettacolo che va diritto al cuore. La bravura degli interpreti prende per mano lo spettatore e lo accompagna, in un turbinio di emozioni»
‘Io dico che domani Italia vince’: nuovo appuntamento al Ristori di Cividale
‘Io dico che domani Italia vince’: nuovo appuntamento al Ristori di Cividale (Comune di Cividale)

CIVIDALE - Venerdì 2 marzo, alle 21, al Teatro Ristori di Cividale del Friuli – nel programma della stagione teatrale organizzata dal Comune in collaborazione con l’Ert – andrà in scena lo spettacolo ‘Io dico che domani Italia vince’, recital ispirato al libro di Mario Sconcerti ‘Il racconto dell’Italia – Splendido e crudele il viaggio degli azzurri per diventare campioni del mondo’ (Compagnia Editoriale, 1982) e accompagnato da radiocronache e telecronache d’epoca e dalla lettura combinata di testi poetici di Verlaine, Neruda, Bayron e Alceo.

LO SPETTACOLO - ideato e diretto da Giuseppe Passoni con la partecipazione di Raffaella Adani, Paolo Rota, Dario Roiatti e con il ‘prestito’ della voce registrata di Bruno Pizzul nei panni del ‘decano’ Gianni Brera, debuttò a Mittelfest nel 2013 con successo di pubblico e critica. Per questa occasione sarà seguito in teatro da un talk show con Mario Sconcerti, autore e giornalista del Corriere della sera, attualmente commentatore delle trasmissioni televisive Rai ‘Novantesimo Minuto’ e ‘Domenica sportiva’ che ricorderà le vicende di Spagna 1982 assieme all’indimenticata ‘voce’ della nazionale italiana Bruno Pizzul e con uno dei protagonisti delle ‘Notti Magiche’ di Italia ’90, l’ex giocatore friulano di Udinese, Verona, Juventus, Inter e Reggiana, Luigi ‘Gigi’ De Agostini. «È uno spettacolo che va diritto al cuore. La bravura degli interpreti prende per mano lo spettatore e lo accompagna, in un turbinio di emozioni scaturite anche da storici spezzoni radiofonici, dal deludente esordio in Galizia all'esaltante trionfo al Bernabeu con Zoff che bacia su una guancia Bearzot. Il che è tutto dire...» Livio Forma, già radiocronista Rai ‘Tutto il calcio minuto per minuto’.