19 ottobre 2018
Aggiornato 01:00

Elezioni, De Monte: «Sconfitta in un Collegio storicamente di centrodestra»

L'europarlamentare Pd si ferma al 22% dietro a Santoro (23,21%) e a Ciriani (46,58%). «Le urne ci consegnano un Paese frammentato»
Elezioni, De Monte: «Sconfitta in un Collegio storicamente di centrodestra»
Elezioni, De Monte: «Sconfitta in un Collegio storicamente di centrodestra» (De Monte)

UDINE - «Ho perso in un collegio molto difficile, storicamente dominato dalle forze di centrodestra». Lo afferma Isabella De Monte, eurodeputata Pd, che era candidata nel collegio senatoriale di Udine e Pordenone, fermatasi al 22,24% delle preferenze dietro a Maria Chiara Santoro (M5S) 23,21% e a Luca Ciriani (FdI) 46,58%. 

UN PAESE FRAMMENTATO - Secondo De Monte «le urne ci consegnano un Paese frammentato, ma in cui prevalgono chiaramente due forze antisistema e di protesta, quali M5S e Lega. È la dimostrazione che questi due movimenti sono stati in grado di intercettare, in questa fase storica, lo stato d'animo degli italiani, le loro inquietudini e un desiderio radicale di cambiamento, che il Pd non è stato capace di cogliere. È il dato dal quale è ora necessario avviare una profonda  riflessione e ripartire, facendo opposizione in modo serrato»

IMPEGNO IN EUROPA - «Il voto si rispetta sempre - osserva De Monte - e il risultato si accetta sempre. Gli elettori nel mio collegio hanno scelto in modo chiaro il candidato di centrodestra, Luca Ciriani, cui ho espresso le mie congratulazioni. Per quanto mi riguarda, il mio impegno al Parlamento europeo a difesa delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese del Fvg e del Nordest continuerà, e sarà ancora più forte di prima. Ringrazio quel 22% di elettori che hanno deciso di darmi fiducia e tutte le persone e i volontari del Pd che in queste settimane si sono impegnati senza sosta per sostenere la campagna elettorale mia e degli altri candidati".