18 agosto 2019
Aggiornato 15:30
Sella Nevea

Snowboarder cadono per 40 metri scendendo dal Monte Forato

I due si sono persi a causa della nebbia e sono precipitati lungo le rocce atterrando nella neve sottostante. Impegnati 16 persone nei soccorsi
Snowboarder cadono per 40 metri scendendo dal Monte Forato
Snowboarder cadono per 40 metri scendendo dal Monte Forato

CHIUSAFORTE - Il Soccorso Alpino di Cave del Predil è intervenuto intorno alle 16 di venerdì a Sella Nevea, nel sito di Conca Prevala, in comune di Chiusaforte, a quota 1.800 metri circa, per recuperare due giovani. Si tratta di snowboarder della Repubblica Ceca che sono rimasti gravemente feriti a causa di una caduta mentre scendevano dal Foro del Monte Forato, nella catena del Monte Canin. La discesa è una delle classiche della zona e viene spesso percorsa da scialpinisti e freerider.

I ragazzi facevano parte di una comitiva di quattro. Sono stati infatti i compagni ad allertare i soccorsi recandosi presso la base della Polizia sita accanto agli impianti. Ai poliziotti hanno raccontato di aver perso di vista i compagni che erano davanti a loro, ipotizzando un incidente. Durante la discesa infatti, a causa della nebbia, i primi due ragazzi non hanno visto il punto in cui dovevano rientrare a sinistra nel canale che si percorre fino sul retro del Rifugio Gilberti e sono precipitati lungo le rocce atterrando nella neve sottostante. Sul posto, al piazzale di Sella Nevea, è arrivato l'elicottero della centrale operativa di Udine ma non ha potuto alzarsi in volo fino al sito dell'incidente proprio a causa della nebbia. Sono così partite insieme, usufruendo degli impianti della Promotur eccezionalmente rimasti aperti per l'emergenza, le squadre della Polizia di Stato del distaccamento di soccorso piste, della Guardia di Finanza e del Soccorso Alpino - in tutto sedici tecnici - per arrivare sul posto con le motoslitte e con gli sci.

I due ragazzi sono stati in stabilizzati sul posto, dove c'era anche il medico pneumologo del Soccorso Alpino e poi trasportati con i toboga fino agli impianti e di qui alle due ambulanze (giunte da Chiusaforte e da Tarvisio) che attendevano al piazzale di Sella Nevea in cui era presente anche il medico rianimatore giunto con l'elicottero. I due ragazzi sono politraumatizzati dopo essere precipitati per una quarantina di metri. Le squadre di soccorso dei tre corpi di polizia e di soccorso alpino hanno collaborato fianco a fianco in tutta l'operazione. La dinamica dell'incidente è ora al vaglio delle forze di Polizia.