19 febbraio 2019
Aggiornato 00:30
Elezioni

La coalizione che sostiene Stefano Salmè ha già raccolto tutte le firme

‘Io Amo Udine’ e ‘Lista Salmè sindaco-Udine agli udinesi’ ha già superato le 500 sottoscrizioni «a indicare con chiarezza il consenso che sta ottenendo il nostro progetto civico»
La coalizione che sostiene Stefano Salmè ha già raccolto tutte le firme
La coalizione che sostiene Stefano Salmè ha già raccolto tutte le firme

UDINE - La coalizione civica formata dalle due liste ‘Io Amo Udine’ e ‘Lista Salmè sindaco-Udine agli udinesi’ ha completato la raccolta delle firme. Quasi 500 quelle raccolte, «a indicare con chiarezza il consenso che sta ottenendo il nostro progetto civico», commenta il candidato sindaco Stefano Salmè. «Siamo stati i primi ad annunciare la nostra candidatura sindaco – aggiunge – i primi ad aver presentato un programma e siamo oggi i primi ad aver ultimato la raccolta delle sottoscrizioni. Mentre i partiti annaspano nelle loro stanche liturgie, gli udinesi scoprono che esiste ed  è protagonista un ‘progetto civico’ che mette davanti a tutto l’interesse della città».

Venerdì sera è stato presentato al bar al Sole (Villaggio del Sole) il programma della coalizione, in particolare il progetto denominato ‘Bonus di dignità’, che prevede un’integrazione al reddito per invalidi civili e pensionati sociali. «Queste categorie – illustra Salmè – riceveranno un’integrazione al reddito che permetterà loro di arrivare alla soglia dei 600 euro mensili per 13 mensilità. L’integrazione al reddito verrà erogata in una ‘Carta acquisti Udine’ che potrà essere spesa solo in città e nella piccola impresa udinese, ottenendo in questo modo un importante contributo alla crescita economica della città e della piccola impresa udinese». E’ stato ribadito il principio di ‘preferenza nazionale’ (casa, lavoro, assistenza, prima gli Italiani) per qualunque tipo di servizio erogato dal Comune.