17 dicembre 2018
Aggiornato 04:30

Honsell 'deportato' diventa sindaco di Auschwitz

La segnalazione di un nostro lettore che si è detto indignato dopo aver notato un adesivo in piazza Primo Maggio raffigurante l'ex sindaco di Udine
Honsell 'deportato' diventa sindaco di Auschwitz
Honsell 'deportato' diventa sindaco di Auschwitz (Davidino)

UDINE - C'è poco da dire. Un gesto di cattivo gusto, da condannare. A segnalarcelo è stato un lettore, che si è indignato dopo aver scoperto, nelle vicinanze di piazza Primo Maggio (il parcheggio di piazza Patriarcato), un adesivo raffigurante l'ormai ex sindaco di Udine, Furio Honsell, immortalato come un deportato, con indosso la camicia a righe bianche e nere, con sul petto il marchio dell'Anpi, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, sovrastante la scritta 'Furio Honsell sindaco di auschwitz'. 

Non sappiamo a quando risalga la produzione dell'adesivo, se faccia riferimento alla Giornata della Memoria (che si celebra ogni anno il 26 gennaio, giorno della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz) o voglia in qualche modo ricordare la 'bravata' dei tifosi della Lazio quando hanno voluto legare l'immagine di Anna Frank alla Roma. Ecco cosa ci ha scritto il nostro lettore che ha portato alla luce l'episodio: «Parcheggiando la macchina in una zona antistante al centro, ho avuto la possibilità di notare un adesivo alquanto sconcertante; nonostante ognuno di noi abbia i propri ideali, questo va oltre tutto. Una cosa vergognosa che è giusto venga condivisa, per far conoscere che gente c'è in giro»