18 novembre 2018
Aggiornato 11:00

Casarsa della Delizia, ufficializzato il manifesto della 70esima edizione della Sagra del Vino

Tesolin: «Un omaggio a passato, presente e futuro della nostra città»
Casarsa della Delizia, ufficializzato il manifesto della 70esima edizione della Sagra del Vino
Casarsa della Delizia, ufficializzato il manifesto della 70esima edizione della Sagra del Vino (Sagra del Vino Casarsa della Delizia)

CASARSA DELLA DELIZIA - Manca poco più di un mese alla 70ma edizione della Sagra del Vino di Casarsa della Delizia (20 aprile-2 maggio), la grande festa di primavera che valorizza le eccellenze enogastronomiche del territorio, dai vini spumanti alle memorie pasoliniane. La Pro Casarsa della Delizia, che organizza la Sagra in collaborazione con il Comune e il sostegno dei Viticoltori Friulani La Delizia, ha ufficializzato il manifesto dell’edizione 2018, elaborato da Gloria Fabris: un omaggio sulle tinte dell’acquarello alla storia della città e a quella del suo vino, fortemente intrecciate. 

MANIFESTO 2018: OMAGGIO ALLA STORIA DELLA VITICOLTURA LOCALE - «Nel 1949 - ha dichiarato Antonio Tesolin presidente della Pro Loco - Casarsa stava ancora uscendo dal periodo buio della Seconda guerra mondiale: la Sagra fu un momento di grande orgoglio della comunità, un modo per guardare al futuro attraverso una produzione d'eccellenza, quella del vino, che da lì in poi avrebbe sempre più trainato l’economia locale grazie al ruolo fondamentale della cantina sociale. Per questo l’immagine di quest’anno omaggia la storia della viticoltura locale e ne racconta lo sviluppo, riportando, in un gioco di silhouette realizzate utilizzando il vino come fosse un acquerello, la vite, l’uva e il calice. Le scelte cromatiche sono anch’esse parte della narrazione: dal rosso dei vini che andavano per la maggiore all’epoca della nascita della Sagra, al verde che simboleggia la successiva esplosione dei bianchi e quella attuale delle bollicine». 

UN SECONDO MANIFESTO 'SPECIALE' - In più, su commissione della Pro Loco, è stato realizzato un secondo manifesto speciale che, ispirandosi alle composizioni della pop art, riporta il logo citato in nove diversi colori. In entrambe le versioni, immancabile elemento di raccordo tra passato e futuro, è riprodotto il celebre dipinto della 'furlana', la donna che brinda con il vino di Casarsa. 

LE PRIME ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA - Il programma ufficiale della Sagra del Vino sarà svelato nel corso della conferenza stampa del 14 aprile prossimo, ma ne frattempo ci sono le prime anticipazioni. «Confermati importanti eventi - ha concluso Tesolin - come Filari di Bolle, la Selezione che incoronerà i migliori spumanti del Friuli Venezia Giulia che saranno poi degustabili nell’enoteca e la manifestazione podistica Running tra le vigne - Marcia del Vino il 1° maggio. Ci saranno inoltre dei momenti di approfondimento storico in cui andremo a rivivere fasi cruciali della storia casarsese e della Sagra all’interno della viticoltura regionale. Spazio ovviamente al meglio dei sapori tipici nei chioschi enogastronomici gestiti dalle associazioni locali. A breve forniremo ulteriori anticipazioni».

GLI ORGANIZZATORI - La Sagra del Vino è organizzata da Città di Casarsa della Delizia e Pro Casarsa della Delizia insieme con i Viticoltori Friulani La Delizia e in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ersa e PromoTurismoFvg. Main sponsor Friulovest Banca, Coop Casarsa e Ambiente Servizi. Patrocinata da Associazione nazionale Città del Vino, Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia e Consorzio Pro Loco del Sanvitese e Sil.