Sport | Serie A

L’Udinese incassa la quinta sconfitta consecutiva: al Friuli passa il Sassuolo

Una prestazione da dimenticare per i bianconeri, che ora, dopo aver accarezzato il sogno Europa, rischiano di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere

L’Udinese incassa la quinta sconfitta consecutiva: al Friuli passa il Sassuolo
L’Udinese incassa la quinta sconfitta consecutiva: al Friuli passa il Sassuolo (ANSA)

UDINE – Dopo quattro sconfitte consecutive c’è bisogno di una reazione. E invece è arrivata un’altra delusione dall’Udinese, che esce dal Friuli perdendo 2 a 1 con il Sassuolo. Una prestazione da dimenticare per i bianconeri, che ora, dopo aver accarezzato il sogno Europa, rischiano di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere.

DUE GOL TRA LA NOIA – Oddo parte schierando titolari, rispetto alla partita contro la Juventus, Larsen e Danilo nella difesa a 3, confermando la coppia Maxi Lopez-De Paul in attacco. L’inizio non è dei più confortanti, con i padroni di casa che nei primi minuti di gioco faticano a creare gioco. Bisogna attendere il 10’ per vedere la prima azione, con un passaggio filtrante di De Paul verso Lopez neutralizzato dall’uscita di Consigli. Al 14’ nello scambio Behrami, De Paul, con quest’ultimo che serve al centro dell’area Lopez: l’argentino tenta il colpo di tacco ma l’arbitro ferma il gioco per un presunto fallo del numero 20 bianconero. Al 19’ occasione per il Sassuolo con un tiro deviato in angolo di Adjapong. Al 27’ botta dalla distanza di Mazzitello bloccata da Bizzarri. Al 31’ Behrami, dopo una bella azione personale, si accentra e ma viene murato dalla difesa emiliana. La partita stenta a decollare e le azioni da gol latitano. Al 40’ ci prova De Paul con un tiro a girare dal limite, ma la mira non è quella dei giorni migliori. Al 43’ autogol beffa di Ali Adnan che insacca nella sua porta su cross da calcio d’angolo. Sassuolo avanti senza mai essersi reso davvero pericoloso. La reazione rabbiosa dei bianconeri è immediata, con Fofana che due minuti dopo trova il pari con una bella conclusione da fuori area che si infila all’incrocio, tra le proteste del Sassuolo per un fallo a metà campo. Fallo ‘smentito’ dalla prova della Var.

RIPRESA DA INCUBO - La ripresa si apre con l’Udinese in avanti, prima con un assist invitante di Widmer su cui Lopez non riesce a intervenire, poi, al 5’, con una conclusione di Jankto che si spegne sul fondo. Oddo prova a dare la scossa ai suoi e inserisce Barak per Fofana. Al 19’ è il Sassuolo a insidiare la porta dell’Udinese, con Bizzarri che para a terra la conclusione rasoterra di Sensi. La partita non riesce ad acquistare ritmo e il mister bianconero getta nella mischia Perica al posto di Lopez, che appena entrato prova a girare di testa un cross dalla destra ma senza impensierire Consigli. Al 30’, a passare in vantaggio, è ancora il Sassuolo, con Sensi bravo a deviare in rete un assist al bacio di Politano. Il gol gela lo stadio Friuli e fa arrabbiare Oddo. La reazione dell’Udinese è timida ed è affidata a due deboli conclusioni di Balic e Larsen. Al 90’ tiro di Behrami deviato da Balic, con il pallone che spiazza Consigli ma termina a lato. Dopo cinque minuti di recupero, la partita del Friuli termina tra i fischi dello stadio Friuli e con la Nord che invita i giocatori a tirare fuori i 'c......i'.