22 agosto 2019
Aggiornato 09:30
17 marzo 2018

Metti una sera al Teatro Contatto, par exemple

La piéce si va a incastonare in una stagione che prende il nome di Forgot Password, a tema "Identità", in modo particolare nell'era digitale
Metti una sera al Teatro Contatto, par exemple
Metti una sera al Teatro Contatto, par exemple

UDINE - Teatro di qualità a Udine significa CSS, Teatro Stabile di Innovazione. E non solo a Udine. Ne è la prova che la compagnia belga Transquinquennal ha scelto il pubblico di Teatro Contatto per la prima nazione del nuovo spettacolo Philip Seymour Hoffman, par exemple

La piéce si va a incastonare in una stagione che prende il nome di Forgot Password, a tema "Identità", in modo particolare nell'era digitale. E in questo la rappresenta nel migliore dei modi. Il pretesto si chiama Philip Seymour Hoffman, anti-divo hollywoodiano e divo suo malgrado, malgrado la morte arrivata precocemente ed uno stile di vita lontano dal voler divenire icona.

Quasi due ore per uno spettacolo decisamente per addetti ai lavori ma che non lesina spunti degni di interesse anche ad un pubblico meno avvezzo a questo tipo di rappresentazione. Si susseguono passaggi di ironica multimedialità ed isterismo da tv spazzatura, dinamiche famigliari da psichiatria 010101 e ricerca spasmodica di concetti di Io, Sé, Immagine, Persona che a turno vengono incollati al PSH di turno.

Momenti che ti spiazzano, altri che ti fanno pensare "non ho capito nulla", ancora cliché un po' scontanti quali Hollywood-USA-societàoccidentale quale male assoluto in una prospettiva di teatro radical-chic che andrebbe ogni tanto riveduta. Sopravvivere alla morte in forma digitale, accorgendosi che il digitale è già morte per sua natura. Il seguire i sovra titoli con i dialoghi tradotti dal francese (con marcato accento belga) che par studiato apposta per sdoppiare l'attenzione, creando l'ennesima realtà parallela. Applausi al termine dello spettacolo pregni di incredulità, di senso del distacco. Ancora una volta è l'interrogativo di identità a trecentosessanta gradi che pervade lo spirito degli spettatori.

Si ritorna nel mondo reale, o che crediamo tale con il Blu Box after Contatto che vede protagonista il dj-set del collettivo Savoy-Hard nel foyer delPalamostre mirato a miscelare sapientemente la miglior house & IDM ad antidoto di decompressione.  Cultura e mondanità non devono stare troppo separate, questo è il mio credo da sempre. Un plauso speciale quindi da parte mia agli amici/che del CSS che hanno saputo coniugare questo binomio in un after show all'insegna della qualità musicale. Serata da ricordare in agenda, per esempio.