La proposta

Prisciano (FdI): «Sportello regionale di sostegno ai padri separati per fermare il 'maschicidio'»

«La violenza va sempre condannata a prescindere dal genere sessuale dell’aggressore o della vittima, ma non accetto il mutismo istituzionale dinanzi alle migliaia di richieste di aiuto che provengono dai papà separati»

Prisciano (FdI): «Sportello regionale di sostegno ai padri separati per fermare il 'maschicidio'» (© Adobe Stock)

UDINE - «Nella giornata della festa del Papà, il mio pensiero va ai nuovi poveri: i papà separati». A dirlo è Riccardo Prisciano, esponente tarcentino di Fratelli d'Italia. «Fermo restando che la violenza va sempre condannata a prescindere dal genere sessuale dell’aggressore o della vittima, non accetto il mutismo istituzionale dinanzi alle migliaia di richieste di aiuto che provengono dai papà separati, troppo spesso ridotti in miseria umana, psicologica ed economica o privati arbitrariamente dei propri figli da ex mogli senza scrupoli capaci di ingaggiare anche decennali battaglie legali su bugie prive di fondamento. Le donne che vengono maltrattate, anche solo moralmente, hanno il diritto-dovere di denunciare il marito o convivente che le maltratta: ma il contrario? Sono migliaia gli uomini maltrattati dalla propria moglie o ex moglie che non hanno il coraggio di denunciare tali violenze: chi li crederebbe?».

Per Prisciano, l’uomo che viene maltrattato dalla donna tramite la 'denuncia' è costretto a subire una seconda vittimizzazione, per non parlare poi dell’iter processuale (verrà archiviato prima di arrivare a giudizio o si concluderà senza la condanna dell’aguzzina del 99% dei casi). «La violenza non è solo fisica, ma anche psicologica e spesso quest’ultima fa ancora più male - continua Prisciano -. E come per i maltrattamenti sulle madri, anche i maltrattamenti sui padri minano fortemente la corretta crescita psicologica dei figli. Quanti sono i figli privati arbitrariamente e per anni del proprio padre da parte di madri-padrone? Ma le istituzioni continuano ad avere due pesi e due misure. Il femminismo esasperato del boldrini-pensiero ha aumentato il gap tutelare verso alcune categorie di vittime: ecco com’è nato il 'maschicidio'. Ecco perché oggi, nella giornata della Festa del Papà, io voglio porgere una mano a questi padri sfortunati e rassicurarli. FdI porterà in Consiglio regionale sportelli anti-violenza non più soltanto 'rosa' ma anche 'azzurri', che offriranno aiuto legale, psicologico, economico e anche di prima necessità, come posti letto e mensa gratuiti, a tutti i papà separati del Friuli Venezia Giulia».