Sport | Tarvisio

Lussarissimo: oltre 230 gli iscritti per la due giorni di gare e divertimento

Veluscek tra gli uomini e Andreassich tra le donne trionfano nello slalom gigante parallelo più lungo del mondo

Lussarissimo: oltre 230 gli iscritti per la due giorni di gare e divertimento
Lussarissimo: oltre 230 gli iscritti per la due giorni di gare e divertimento (Lussarissimo)

TARVISIO – Il tempo meteo con neve, vento e nebbia non ha di certo sorriso all'edizione numero tredici del Lussarissimo, ma la soddisfazione dipinta sui volti degli oltre 230 iscritti a questa due giorni di sci e divertimento provenienti non solo dal Friuli Venezia Giulia, ma anche da diverse regioni italiane oltre che dalle vicine Austria e Slovenia, è la conferma che questa manifestazione è ormai entrata nei cuori degli sciatori e ci rimarrà per molto tempo.  

I VINCITORI - A vincere il 'Lussarissimo Classic', la gara di slalom gigante parallelo più lungo del mondo che si è disputato come da tradizione lungo la pista "Di Prampero" a Camporosso, è stato l'atleta di casa dello Sci Cai Monte Lussari Francesco 'Paco' Veluscek che, dopo oltre cento porte, ha tagliato il traguardo con il tempo finale di 3'05"36. Un tempo di tutto rispetto considerato le condizioni meteo che hanno influenzato una pista con fondo particolarmente morbido che ha reso la gara ancora più faticosa del solito. Dietro di lui una pattuglia di atleti austriaci: secondo si è classificato Stefan Lussnig (Sportclub Hermagor), vincitore di tre edizioni del "Lussarissimo", che con 3'06"31 ha preceduto il compagno di società Thomas Loik terzo per soli 23 centesimi. Davvero degna di nota la prestazione della portacolori dello Sci Club 70 di Trieste Elisa Andreassich che si è imposta in campo femminile terminando i quasi quattro chilometri di tracciato con il tempo di 3'31"58. Dietro di lei Giusy Rottonara, vera e propria habitué di questa manifestazione e campionessa uscente, staccata di due secondi e sessanta centesimi. Terza Ylenia Sabidussi (Scuola Sci Tarvisio) con il tempo di 3'35"83".
Oltre ottanta le coppie iscritte, molte delle quali hanno chiesto di essere abbinate per sfidare l'amico di una vita. Tante sono state le sfide in famiglia con i figli pronti a sfidare i genitori per stabilire la "supremazia" sugli sci, o vere e proprie scommesse tra coniugi su chi avrebbe tagliato per primo il traguardo. La manifestazione si è aperta con la discesa degli apripista vestiti con abbigliamento e sci storici degli anni '50 e '60.

LE PAROLE DEI CAMPIONI - «Ho fatto una grande fatica ma mi sono divertita tantissimo - è stato il commento di Lucia Mazzotti che proprio sulla Di Prampero ha disputato la sua ultima gara di Coppa del Mondo -. Era la mia prima volta al "Lussarissimo" è devo dire che, come in tutte le cose dove si fa fatica, c'è la grande soddisfazione di essere riuscita a portare a termine una gara come questa anche senza allenamento». «Quando arrivi in fondo le gambe ti bruciano tantissimo - le ha fatto da eco Daniela 'Dada' Merighetti, altra azzurra che è venuta spesso a Tarvisio fino a quando è rimasta in attività - però è stato divertentissimo ed è sempre bello superare i propri limiti. Erano due anni che non toccavo un palo e non mettevo una tuta da gara, ma al "Lussarissimo" la cosa più importante è il divertimento e non la competizione. Gare così te le godi di più e se il tempo non ci ha dato una mano poco importa». Molta la soddisfazione anche per Christian Mayer, altro big presente al via: «È stata una bella gara e mi sono divertito tantissimo. Era la prima volta che facevo un gigante da cento porte, ma mi è piaciuto così tanto che l'anno prossimo tornerò sicuramente. Ovviamente non sei allenato per gare che durano anche tre minuti, ma non importa perché qui al Lussarissimo il divertimento è assicurato». Annunciato al via anche un'altro olimpionico Jure Kosir, ma un problema fisico ha impedito all'atleta sloveno di presentarsi al cancelletto di partenza. Kosir, che seppur solo telefonicamente ha voluto partecipare ugualmente alla festa, ha però già confermato che l'anno prossimo farà tutto il possibile per partecipare a quella che è una gara dal sapore decisamente speciale.

SUCCESSO PER LA SKI ALP- Grande il successo anche per la gara vertical di ski alp disputata in notturna lungo il sentiero del Pellegrino che con quasi sei chilometri di lunghezza e mille metri di dislivello ha condotto i circa settanta atleti iscritti dal parterre della Di Prampero fino al Santuario del Monte Lussari. Assente Tadei Pivk, 'local matador' e testimonial della manifestazione fermato da un problema di salute, il via è stato dato una madrina d'eccezione: l'olimpionica Gabriella Paruzzi che proprio sullo stesso percorso ha trascorso anni di duro allenamento che le hanno permesso di primeggiare nello sci da fondo. A imporsi è stato Silvio Wieltsching (Sportclub Hermagor) che ha terminato la sua fatica in 48 minuti e 32 secondi, precedendo lo sloveno Luka Mihelic (TSK Olimpik) di un minuto e 20 secondi, terzo un altro austriaco Niklas Kroehn fino a ieri unico in grado di interrompere l'egemonia di Pivk. In campo femminile trionfo di Marita Kroehn, vincitrice della scorsa edizione e che porta a nove le vittorie totali, in 1h02'58». Sul secondo gradino del podio la carnica Ester Valle (U.S. Aldo Moro Paluzza), terza Claire Franz (Sci Club Weissenfels).

SODDISFAZIONE DEGLI ORGANIZZATORI - Soddisfazione anche da parte del Comune di Tarvisio, uno dei partner del Lussarissimo. «L'edizione 2018 - è stato il commento del sindaco Renzo Zanette - ha confermato il grande successo di questa manifestazione che vive grazie a un collaudato team 'made in Tarvisio' composto dai volontari delle associazioni sportive e delle Scuole di Sci a cui si uniscono PromoTurismo Fvg e il Consorzio Turistico del Tarvisiano, a cui il Comune dà un convinto supporto. Questa è stata un'edizione importante anche visti i testimonial di rilievo capaci di dare ancora maggior importanza a una manifestazione in continua crescita. La volontà è che il Lussarissimo diventi sempre di più la manifestazione clou della stagione invernale tarvisiana e il lavoro di tutti i volontari, a cui va il mio personale ringraziamento, punta proprio a questo: portare l’evento a un livello tale da dare a Tarvisio e alla Valcanale la giusta risonanza turistica a livello internazionale».
Si consolida ulteriormente l’unione di un team completamente 'made in Tarvisio' che anche quest’anno ha dimostrato di saper gestire al meglio le redini di una manifestazione così importante: Sci Cai Monte Lussari in collaborazione con l'Unione Sportiva Raibl e l'Unione Sportiva Camporosso con il supporto di Liceo Bachmann di Tarvisio, Evolution 3 Lands, Scuola Italiana Sci di Tarvisio e Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano supportati da FISI Fvg, Comune di Tarvisio, PromoTurismo Fvg e dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, continueranno a fare sistema pensando già alla prossima edizione che si terrà il 16 e il 17 marzo 2019.