20 ottobre 2018
Aggiornato 09:00

Tondo smentisce le voci di un ritiro e si prepara all'investitura ufficiale

In mattinata è circolata anche l’ipotesi di lanciare nella mischia l’ex sindaco di Tarvisio Carlantoni, nome ‘di mediazione’ tra la necessità di mantenere un candidato in quota Forza Italia e i mal di pancia del Carroccio
Tondo smentisce le voci di un ritiro e si prepara all'investitura ufficiale
Tondo smentisce le voci di un ritiro e si prepara all'investitura ufficiale (DD)

UDINE – Non si placa il bailamme di voci sul nome del candidato del centrodestra per le prossime elezioni regionali. Dopo che Salvini, lunedì sera, ha ‘aperto’ alla possibilità di ridiscutere con Silvio Berlusconi la scelta di Renzo Tondo, malvisto da buona parte della base leghista, da martedì mattina è ricominciato il tam tam di indiscrezioni. Prima pareva che Tondo avesse deciso di ritirare la propria candidatura facendo un passo indietro. E’ stato lo stesso politico carnico, raggiunto al telefono, a smentire questa voce: «Non ho mai ritirato la mia candidatura», ha assicurato.

CIRCOLA GIA' IL SIMBOLO - In mattinata è circolata anche l’ipotesi di lanciare nella mischia l’ex sindaco di Tarvisio Renato Carlantoni, nome ‘di mediazione’ tra la necessità di mantenere un candidato in quota Forza Italia e i mal di pancia del Carroccio ad accettare il nome di Tondo. Anche in questo caso, è sempre l’ex governatore tolmezzino, a precisare: «Voci romane mi confermano ormai che si dovrebbe chiudere sul mio nome». Ora si attende solo l’ufficialità, visto che di scontato, in questa vicenda, non c’è più nulla. Anche se Fi ha già fatto circolare un simbolo in cui appare la scritta ‘Tondo presidente’. Fuga in avanti o anticipazione della candidatura definitiva? Staremo a vedere.