17 settembre 2019
Aggiornato 09:00
Elezioni

Fedriga è il candidato del centrodestra per la Regione Fvg: finita la telenovela

Il leader del Carroccio locale si è ritrovato, vox populi, candidato presidente. In cambio Fi avrà la presidenza del Senato
Fedriga è il candidato del centrodestra per la Regione Fvg: finita la telenovela
Fedriga è il candidato del centrodestra per la Regione Fvg: finita la telenovela Diario di Udine

UDINE - E' stato un parto molto difficile per il centrodestra, che quasi fuori tempo massimo (la raccolta delle firme per le liste scade il 25 marzo) ha scelto chi sarà il candidato presidente per le elezioni regionali: si tratta di Massimiliano Fedriga. La Lega quindi, alla fine, l'ha spuntata su Forza Italia. Niente Renzo Tondo: a contendersi la poltrona della Regione Fvg con Sergio Bolzonello (centrosinistra), Sergio Cecotti (autonomisti) e Alessandro Fraleoni Morgera (M5S) sarà Fedriga, acclamato dai militanti del Carroccio nel corso dell'incontro svoltosi lunedì sera al palamostra di Udine. Il popolo della Lega voleva lui e su di lui hanno puntato anche i vertici locali, tanto da convincere Matteo Salvini a partecipare a un vertice nella sede storica di Reana del Rojale. Anche se gli accordi nel centrodestra prevedevano che la presidenza della Regione andasse a Fi (e la candidatura a sindaco di Udine alla Lega), la batosta elettorale degli uomini di Berlusconi alla Politiche, sommata al successo della Lega, ha determinato un capovolgimento degli equilibri. E così Fedriga, vox populi, si è ritrovato candidato presidente. Ma a quale prezzo? Fi, per dare il via libera, ha preteso un incarico nazionale di prestigio come la presidenza del Senato. L'accordo è stato trovato solo mercoledì pomeriggio, dopo che Forza Italia, da qualche ora, aveva sospeso la raccolta delle firme con il nome di Tondo. 

ORA AL VIA CON LA RACCOLTA DI FIRME - Ora potrà partire la racolta delle firme per le liste che sosterranno il leader leghista (Fratelli d'italia e Progetto Fvg per una Regione Speciale su tutte, oltre ovviamente a Forza Italia) e la campagna elettorale potrà così entrare nel vivo. Fedriga parte da favorito ma si sa, il voto alle Politiche è una cosa, quello alla Regionali è tutta un'altra partita. Certamente il 'vento' pare soffiare dalla aprte del centrodestra, ma l'incognita Cinque Stelle, che in Fvg non ha ottenuto quel plebiscito avuto altrove, resta una variabile difficilmente decifrabile. Così come il dato legato all'astensionismo. La cosa importante, a questo punto, era chiudere sul nome del candidato, dopo una vera e propria telenovela durata troppo a lungo, che ha finito per 'frullare' politici nostrani come Riccardi, Marin, De Anna, Savino e Tondo.