19 agosto 2019
Aggiornato 14:30
La presa di posizione

Elezioni, Bolzonello: «Centrodestra seppellisce l'autonomia del Fvg»

Il candidato del centrosinistra dedica un pensiero a Tondo: «Un esponente politico che non meritava di essere trattato in un modo così becero»
Elezioni, Bolzonello: «Centrodestra seppellisce l'autonomia del Fvg»
Elezioni, Bolzonello: «Centrodestra seppellisce l'autonomia del Fvg» Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - «Dopo settimane di spettacolo indecente, nelle quali i politici del centrodestra regionale hanno dovuto accettare qualsiasi ripensamento di Salvini, il mio avversario è stato scelto appunto da Roma, con il passaggio da Forza Italia alla Lega Nord in cambio del Senato». Sergio Bolzonello, candidato del centrosinistra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia, rimarca che si tratta di una scelta fatta: «Alla faccia di quell’autonomia che difendiamo da sempre con orgoglio. Un’autonomia di pensiero, scelta e rappresentanza che una parte politica ben precisa sta tentando oggi di seppellire, salvo poi sbandierarla per comodità al bisogno».

IL PENSIERO A TONDO - «Noi - rimarca Bolzonello - continueremo la nostra campagna, che è nata qui sul nostro territorio con una candidatura a presidente, la mia, che è stata discussa civilmente e approvata da una coalizione unita. Un pensiero però va a Renzo Tondo, un esponente politico che non meritava di essere trattato in un modo così becero. Da parte mia la porta per Renzo e i suoi è sempre aperta anche perché dubito che vogliano mescolarsi con chi, senza il minimo rispetto, oggi li ha usati e poi gettati».

L'AFFONDO SUL PROGRAMMA - «Nei prossimi giorni - aggiunge l’esponente del centrosinistra - presenteremo gli assi portanti del nostro programma che saranno basati su equità, lavoro e possibilità. Il nostro vantaggio è che invece di urlare slogan potremmo presentare progetti visto che noi in questi mesi un programma lo abbiamo scritto a differenza di chi era impegnato a litigare», conclude.