19 ottobre 2018
Aggiornato 01:00

«Tua figlia è in prigione, devi pagare per liberarla». Ma è una truffa

A cascarci è stata una donna di 81 anni che si è vista sottrarre 2 mila euro. Indagini dei carabinieri
«Tua figlia è in prigione, devi pagare per liberarla». Ma è una truffa
«Tua figlia è in prigione, devi pagare per liberarla». Ma è una truffa (Adobe Stockckkk)

CODROIPO – Il modus operandi è sempre lo stesso. Il truffatore di turno si finge avvocato o agente delle forze dell’ordine prendendo di mira una persona anziana e facendosi consegnare denaro in contanti o oggetti preziosi. Questa volta è successo a Codroipo, dove a cadere nella trappola è stata un’81enne. Prima c’è una telefonata che annuncia un grave incidente causato dalla figlia, poi un complice che si presenta alla porta chiedendo dei soldi con la scusa di farla uscire di prigione. Come accade la maggior parte delle volte, l’anziana ci casca e consegna tutto quello che riesce a trovare al truffatore, presentatosi come un carabiniere. Il malvivente arraffa le banconote e l'oro, saluta, e si dilegua.

Grande l’amarezza quando l’anziana, chiamando al telefono la figlia (che ovviamente non ha causato alcun incidente), si accorge di essere stata truffata e derubata. Immediata la denuncia ai carabinieri della stazione di Codroipo. Il fatto è successo mercoledì pomeriggio nella località del Medio Friuli. Con questo ‘scherzetto’ i due malviventi sono riusciti a sottrarre 2 mila euro all’81enne.