19 novembre 2019
Aggiornato 23:30
Elezioni

Il centrodestra si spacca su Bertossi: riecco Fontanini

L'ex assessore della giunta Illy avvallato solo da Fi. Lega. Ar, Identità Civica e FdI continuano a sostenere Fontanini
Il centrodestra si spacca su Bertossi: riecco Fontanini
Il centrodestra si spacca su Bertossi: riecco Fontanini

UDINE – Sembrava tutto troppo semplice. Ma come accaduto in Regione con Renzo Tondo, anche per la corsa al Comune di Udine il centrodestra è riuscito a dare il meglio di sé, evidenziando tutte le spaccature di una coalizione che (come dimostra anche a livello nazionale) fatica a stare insieme. Venerdì si era diffusa la voce che Enrico Bertossi, con la sua ‘Prima Udine’, fosse il candidato designato per il centrodestra. Via libera da Forza Italia, che dopo la delusione di aver visto sfumare una candidatura alle Regionali, cercava di ripiegare sul Comune di Udine. Peccato che gli alleati non fossero informati di questa scelta, e così si è venuta a creare una frattura.

LA SPACCATURA - La prima a uscire allo scoperto è stata l’assessore provinciale Elisa Asia Battaglia, che annunciando un incontro al caffè Friuli ha invitato le persone a «sottoscrivere le liste a sostegno di Massimiliano Fedriga presidente e Pietro Fontanini sindaco». Ma non doveva essere Bertossi il sindaco designato a Udine? Apparentemente solo per Forza Italia, con Lega, Fratelli d’Italia, Identità Civica e Autonomia Responsabile che non ci stanno, non dando l’avvallo all’ex assessore della giunta Illy. Quindi la spaccatura c’è ed è bella profonda, con il centrodestra che a Udine presenterà due candidati. Come spiegarlo alla gente? Il tempo per raccogliere le firme ormai è finito. Crediamo quindi che dal cilindro non potrà essere tirato fuori un altro (l’ennesimo) nome. Ma non si sa mai. Vedremo quali sorprese ci regalerà questo pazzo centrodestra…