19 novembre 2018
Aggiornato 05:30

Cro Aviano e Conad di nuovo insieme per la salute con "Benessere è equilibrio"

Prosegue la collaborazione tra l’Istituto e uno dei più grandi player italiani della Gdo. L'1% delle vendite dei prodotti 'Verso natura Conad' sarà destinato all'attivazione di un servizio di assistenza domiciliare
Cro Aviano e Conad di nuovo insieme per la salute con "Benessere è equilibrio"
Cro Aviano e Conad di nuovo insieme per la salute con "Benessere è equilibrio" (Istituto Nazionale Tumori IRCCS CRO Aviano)

AVIANO - Commercianti Indipendenti Associati e Centro di Riferimento Oncologico di Aviano di nuovo insieme con un’iniziativa di sensibilizzazione ai corretti stili di vita e all'alimentazione sana. Dopo la positiva esperienza di Salute con gusto, lanciato nel 2016, il nuovo progetto si chiamerà 'Benessere è equilibrio' e coinvolgerà i circa cinquanta negozi Conad di Friuli Venezia Giulia e Veneto in due distinte campagne di raccolta fondi: la prima si svolgerà per tutto il mese di aprile, mentre la seconda per tutto ottobre. L’idea alla base del progetto è che la salute sia legata al vecchio concetto di 'giusto mezzo', con il superamento di quei comportamenti spesso estremizzanti e talvolta frutto di mode del momento, che spingono a scelte alimentari o abitudini di vita non sempre corretti e benefici per il fisico e la mente.

DUE MESI DI CAMPAGNE DI RACCOLTA FONDI - Nei due mesi delle campagne di raccolta fondi, i negozi Conad coinvolti destineranno al CRO un centesimo su ogni prodotto a marchio 'Verso Natura Conad' acquistato in cassa. A sua volta il CRO devolverà il ricavato all'acquisto di un automezzo - e alla relativa attivazione di un servizio - per il trasporto di pazienti e loro familiari in tutte le sedi di attività del Centro. A guidare i clienti nella individuazione in negozio delle referenze del progetto saranno alcune bandierine a scaffale, oltre a una comunicazione in punto vendita. Sarà inoltre possibile conoscere, a inizio maggio, l’entità di quanto derivante dalla raccolta del mese di aprile e a novembre la somma derivante dalle vendite del mese di ottobre.

PREVENZIONE PRIMARIA - «Non vi è dubbio che nell’ambito della prevenzione primaria ci sia ancora molto da fare – commenta il Direttore Generale del CRO, Mario Tubertini – ed in questo senso l’impegno dell’Istituto è massimo. Ci spronano a migliorare anche alcuni indicatori epidemiologici che correlano in buona sostanza un corretto stile di vita a un più alto tasso di sopravvivenza. Riteniamo perciò che il sostegno di un partner come CIA-Conad, così capillarmente radicato sul territorio, possa contribuire come già avvenuto con Salute con Gusto, all'attuazione di politiche che al Centro di Riferimento Oncologico stanno particolarmente a cuore e nelle quali l’Istituto è impegnato da anni. Un’opportunità divulgativa assai importante valorizzata dal ruolo di gestore oncologico unico nel Pordenonese attribuitoci dalla riforma sanitaria regionale. La collaborazione compie peraltro un importante passo avanti perché oltre a consentirci di informare i cittadini, aspetto mai banale, ci offre la possibilità di gettare le prime basi per l’attuazione di un piano di assistenza domiciliare molto utile ai nostri pazienti».

COLLABORAZIONE CIA-CONAD - CRO AVIANO - «La collaborazione tra la nostra cooperativa e Cro è partita da qualche anno – commenta Luca Panzavolta, amministratore delegato CIA-CONAD. – Insieme abbiamo messo a punto in passato un primo progetto dal titolo Salute con Gusto che ha coinvolto il Triveneto con una attività di divulgazione sulla corretta alimentazione e alcuni showcooking dimostrativi. La nuova iniziativa prende spunto dalla linea di prodotti a marchio Verso Natura Conad, pensata per chi ha una particolare sensibilità al mondo e comprendente prodotti biologici, dal basso impatto ambientale, da commercio equo e solidale e per chi segue una dieta vegetariana. Ci è parso che questa sensibilità bene si potesse sposare alla solidarietà verso chi, come il CRO, è impegnato nella prevenzione, nella cura e nella ricerca, temi che stanno da sempre a cuore ai nostri soci imprenditori sui vari territori. Lo stesso progetto viene proposto anche sul resto della nostra rete, ovvero in Romagna e nelle Marche, con analoghe modalità e con la destinazione delle somme lì raccolte a sostegno dell’Istituto Oncologico Romagnolo, che le utilizzerà per un servizio di assistenza domiciliare gratuita per pazienti oncologici».