18 marzo 2019
Aggiornato 19:30
Sabato 31 marzo

Lupanica Race e Lupanica Walk: una corsa nei boschi planiziali

Un evento sportivo che si snoda nel cuore di quella che un tempo era l’antica ‘Silva Lupanica’ descritta già nel nel 1° secolo d.C da Plinio il Vecchio
Lupanica Race e Lupanica Walk: una corsa nei boschi planiziali
Lupanica Race e Lupanica Walk: una corsa nei boschi planiziali

MUZZANA - Un assaggio di Boschinfesta. Sabato 31 marzo si svolgerà, infatti, l’anteprima della quarta edizione della manifestazione dedicata ai boschi planiziali della bassa friulana: la Lupanica Race, organizzata dall’associazione Niù Team. Un evento sportivo che si snoda nel cuore di quella che un tempo era l’antica ‘Silva Lupanica’ descritta già nel nel 1° secolo d.C da Plinio il Vecchio.

UN EVENTO SPORTIVO PER TUTTI, visto che comprende la corsa vera e propria e una camminata non competitiva, la Lupanica Walk. La distanza è di 9.100 metri con una parte iniziale di 3 chilometri su strada quasi interamente sterrata in mezzo alla natura, che conduce alla zona boschiva della ‘silva lupanica’ dove per 4 km dominerà la pace e la potenza degli alberi, per concludersi verso il centro abitato. Il ritrovo è fissato dalle 14.30 per le iscrizioni presso area ex Cjarandone, a Muzzana del Turgnano, in via Levada.

LA PARTENZA della Lupanica Race è prevista alle 16, mentre i partecipanti alla Lupanica Walk, la camminata non competitiva, alle 16.15. La giornata di sabato, come anticipato, sarà solo un assaggio della quarta edizione di Boschinfesta, la manifestazione voluta e ideata dai comuni di Carlino, Castions di Strada, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella e Precenicco per promuovere la conoscenza di questo patrimonio naturalistico testimonianza di un monumento naturale che caratterizza ancora la Bassa friulana a ridosso della linea lagunare.

LA QUARTA EDIZIONE DI BOSCHINFESTA entrerà poi nel vivo a fine aprile, con una serie di eventi che avranno il merito di portare i curiosi e i turisti all’interno dei boschi che uniscono questi cinque comuni. L’iniziativa proporrà infatti laboratori, incontri, musica e degustazioni di prodotti tipici locali, in un viaggio alla scoperta delle peculiarità del ‘cuore verde’ della Bassa Friulana, creando al contempo un collegamento con la costa friulana per implementare l’offerta turistica in un entroterra tutto da scoprire, tra boschi, corsi d’acqua e prodotti tipici.

NELL’ANTICHITÀ, infatti, l’intera Pianura Padana era ricoperta da foreste e tra il fiume Livenza e il fiume Isonzo si estendeva quella che veniva chiamata la ‘foresta dei lupi’ che rimase quasi intatta fino al Medioevo.

AL GIORNO D’OGGI, di quell’immenso patrimonio verde scomparso a causa della progressiva antropizzazione dei luoghi, sono rimasti circa 500 ettari di bosco: i boschi di Baredi e Coda di Manin, il bosco di Bando, il bosco Brussa, il bosco Sacile e il bosco Boscat, suddivisi tra i territori di Muzzana del Turgnano, Carlino, Precenicco, Palazzolo dello Stella e Castions di Strada. Tra gli appuntamenti più amati dai frequentatori di Boschinfesta, è confermata anche quest’anno la Cicloturistica: un percorso in bici adatto a tutti che attraverserà sulla ‘boscovia’ i boschi planiziali dei cinque comuni – che hanno avuto il merito di far rete per costruire un percorso turistico e di conoscenza che li coinvolge tutti - terminando con una grande festa a Castions di Strada.