3 aprile 2020
Aggiornato 19:00
Venerdì 6 aprile

‘Una danza per James Rosenquist’: gli Arearea si esibiranno fra le opere dell’artista

L’appuntamento è a Casa Cavazzini. In programma due repliche, alle 20.30 e alle 21.30
‘Una danza per James Rosenquist’: gli Arearea si esibiranno fra le opere dell’artista
‘Una danza per James Rosenquist’: gli Arearea si esibiranno fra le opere dell’artista

UDINE - Venerdì 6 aprile, in occasione della mostra James Rosenquist. Opere su carta/Works on Paper inaugurata il 24 marzo, approda a Casa Cavazzini lo spettacolo di danza contemporanea della compagnia Arearea ‘Una danza per James Rosenquist’, con doppia replica alle 20.30 e alle 21.30.

EVENTO COLLATERALE della mostra che celebra l’artista scomparso il 31 marzo 2017, lo spettacolo fa parte del progetto Museo in danza, già protagonista in passato a Casa Cavazzini durante l’esposizione dedicata a Tina Modotti e l’allestimento ‘Immagini di realtà. La pittura del vero tra Otto e Novecento’. ‘Una danza per James Rosenquist’ è un’escursione, per un massimo di 35 visitatori, tra le opere e gli spazi suggestivi del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Casa Cavazzini di Udine: la passeggiata al museo avrà una durata complessiva di un’ora, con 40 minuti di performance e 20 minuti dedicati alla visita della mostra James Rosenquist. Opere su carta/Works on Paper, che rimarrà aperta al pubblico fino al 17 giugno 2018.

IL PROGETTO Museo in danza mette in relazione tra loro differenti settori della cultura, rinnovandone i formati e le modalità di fruizione, al fine di suscitare l’interesse di più ampie fasce di pubblico e avvicinare nuove tipologie di visitatori/spettatori alle arti performative contemporanee e al nostro ricco patrimonio museale. «Museo in danza – afferma Marta Bevilacqua, coreografa dello spettacolo - è un progetto che parte nel 2016 e vuole esplorare il rapporto tra il movimento e lo spazio, attraverso la realizzazione di performance in luoghi affascinanti ma non convenzionalmente deputati allo spettacolo. Come ci poniamo dinnanzi all’opera d’arte, quale azione essa ci suggerisce, che cosa l’opera imprime sul nostro corpo, che cosa ci portiamo via da ogni visita, quale dettaglio resta? Queste sono le domande che ci facciamo per affrontare il viaggio in museo e su questo creeremo un percorso d’improvvisazione».

Prenotazioni (posti limitati/prenotazione consigliata): Compagnia Arearea | 0432600424 | 348 9850901 | organizzazione@arearea.it |