25 giugno 2019
Aggiornato 20:30
Tamaròz

Non erano attrezzati per il ghiaccio: soccorsi due giovani francesi

Uno dei due ha perso aderenza sulla neve ghiacciata scivolando per qualche metro. Nel recupero coinvolti 7 tecnici Cnsas e Sagf
Non erano attrezzati per il ghiaccio: soccorsi due giovani francesi
Non erano attrezzati per il ghiaccio: soccorsi due giovani francesi

CHIUSAFORTE - Il Soccorso Alpino di Moggio Udinese ha effettuato, assieme alla Guardia di Finanza di Sella Nevea, un intervento di soccorso in Val Raccolana sopra la localita di Tamaròz, in comune di Chiusaforte. L'allarme è arrivato in stazione su chiamata della Sores intorno alle 14.

IN DIFFICOLTA' A QUOTA 1.400 METRI - Due escursionisti di nazionalità francese, G. P. del 1971 di Chevreuse, e S.P. D. A. del 1981 di Clermont Ferrand, stavano scendendo lungo il sentiero 646 quando uno dei due ha perso aderenza sulla neve ghiacciata scivolando per qualche metro. Spaventati ma incolumi, i ragazzi hanno deciso di chiamare i soccorsi. Erano partiti da Stolvizza per percorrere l'alta via resiana passando per il rifugio Crasso e pernottando al bivacco Marussig la notte precedente. L'incidente è avvenuto a quota 1.400 metri.

IMPEGNATI 7 SOCCORRITORI - Fortunatamente hanno optato per i soccorsi, dato che più in basso le condizioni del sentiero non sarebbero migliorate e la loro attrezzatura non era adeguata ad affrontare la neve ghiacciata. Il salvataggio ha avuto luogo con l'elicottero della Protezione Civile che li ha depositati a Tamaroz da dove i soccorritori li hanno accompagnati a Moggio. Sul posto sette tecnici di soccorso.