Politica | Verso il 29 aprile

Salmè incontra il Questore per illustrare la sua idea di sicurezza

Il candidato sindaco a Udine ha ribadito come la sua azione sarà ispirata dal principio della leale collaborazione tra le Istituzioni dello Stato

Salmè incontra il Questore per illustrare la sua idea di sicurezza
Salmè incontra il Questore per illustrare la sua idea di sicurezza (Salmè)

UDINE – Il candidato sindaco Stefano Salmè ha voluto incontrare il Questore di Udine Claudio Cracovia, smorzando così alcune tensioni venutesi a creare in passato dopo il divieto a manifestare in occasione del 25 aprile e del Gay Pride. «Ho portato al Questore i ringraziamenti di tutta la nostra coalizione civica, per il sacrificio e la dedizione con cui le forze dell’ordine garantiscono la sicurezza dei cittadini nella nostra città. A lui ho voluto illustrare – spiega Salmè – la filosofia con cui porteremo avanti l’amministrazione di Udine nei prossimi anni, nel caso in cui la competizione elettorale dovesse premiare la nostra coalizione civica. La nostra stella polare sarà ispirata dal rispetto della volontà popolare uscita dalle urne e dal principio della leale collaborazione tra le Istituzioni dello Stato».

Salmè ha descritto anche la sua idea sul tema della sicurezza: «Ho presentato la nostra proposta di ripristinare il pieno controllo sulla polizia municipale (oggi in capo alla Uti) e quindi di iniziare un rigoroso controllo delle residenze in collaborazione con la questura di Udine, per individuare i clandestini presenti in città. Abbiamo altresì chiesto quali fossero le esigenze della Questura di Udine che il nostro Comune possa soddisfare, ribadendo la nostra convinzione che la Questura di Udine debba vedere potenziato il proprio organico, in aggiunta alle recenti assegnazioni di nuovi agenti da parte del Ministero degli Interni, dicendoci pronti, come nuova amministrazione di Udine, a sostenere politicamente, le eventuali richieste della Questura del capoluogo friulano».