Serie A

L'Udinese perde anche a Cagliari: nona sconfitta consecutiva

Lasagna illude nel primo tempo, poi i bianconeri crollano sotto i colpi di Pavoletti e Ceppitelli

L'Udinese perde anche a Cagliari: nona sconfitta consecutiva (© Udinese)

UDINE - Udinese in campo con il classico 3-5-2 con Nuytinck, Danilo e Samir a protezione di Bizzarri, folto centrocampo composto da Balic, il rientrante Fofana e Barak, sulle fasce Larsen e Adnan, mentre la fase d’attacco è sulle spalle di Lasagna e Maxi Lopez.

IL RACCONTO DEL PRIMO TEMPO - Primi minuti a marca friulana con Lasagna che già al 5’ si presenta a tu per tu con Cragno, ma la sua conclusione si spegne a lato. Preludio al vantaggio che giunge un minuto dopo al termine di una fantastica serpentina di Barak sulla fascia sinistra che fa fuori prima Pisacane e quindi Barella per poi servire Lasagna a centro area: per il nostro centravanti è un gioco da ragazzi insaccare e portare i suoi sullo 0-1. Sardi subito reattivi con Faragò che crossa in mezzo per Pavoletti braccato da Bizzarri che fa suo il pallone in due tempi. Cagliari che ci riprova al 16’ grazie a una deviazione fortunosa che favorisce Sau, ma Bizzarri è ancora una volta decisivo e fa suo il pallone per tempo. Un minuto dopo è Nuytinck a salvare tempestivamente sull’accorente Pavoletti deviando in calcio d’angolo. Il Cagliari perviene al pareggio al 21’ al termine di un’azione da calcio piazzato: Cigarini coglie il palo interno e Pavoletti è il più lesto di tutti a insaccare di testa da due passi. Si rifà sotto la nostra Udinese al 30’ con una ripartenza di Lasagna sulla destra ad eludere Castan, ma il suo cross a mezza altezza non è colto da Maxi Lopez, nella circostanza in leggero ritardo. Ritmi che in questa fase del match si fanno più blandi dopo un inizio caratterizzato da grande intensità agonistica. Ci prova Barella con una staffilata da lontano al 36’ ma il duo destro è scoordinato e termina alto. Gli risponde Fofana con un’altra conclusione da fuori area che termina anch’essa sopra la traversa. Al 43’ Maxi Lopez al limite dell’area apre sulla destra per Lasagna la cui conclusione volante di destro avrebbe meritato maggior fortuna. I nostri bianconeri finiscono il primo tempo in attacco grazie a un ottimo recupero di Lasagna a centrocampo che innesca il contropiede bianconero di Maxi Lopez, ma la difesa di casa riesce in qualche modo a sbrogliare.

IL CROLLO NELLA RIPRESA - Il secondo tempo inizia con gli stessi undici iniziali: Cagliari pericoloso al 5’ con Miangue dalla sinistra il cui cross teso è liberato in angolo da un prontissimo Nuytinck ben posizionato all’altezza del primo palo. Barak inventa una bella azione sulla tre quarti campo e serve Lasagna in mezzo all’area ma il nostro numero 15 perde l’attimo giusto per ribadire a rete consentendo in tal modo il recupero di Cragno. Al 13’ lo stesso Lasagna è costretto a chiamare il cambio: al suo posto entra Jakub Jankto. Il centrocampista ceco ci prova qualche minuto dopo con un cross in area a mezz’altezza che Miangue riesce a deviare in qualche modo in calcio d’angolo. Sugli sviluppi dello stesso Adnan crossa teso dalla destra e Nuytinck schiaccia a rete di testa, ma la sua deviazione si spegne di poco alla destra di Cragno. Entrano in successione anche De Paul per Maxi Lopez e Hallfredsson per Balic, mentre nel Cagliari Ionita e Cossu prendono il posto rispettivamente di Miangue e Cigarini. Ed è proprio il centrocampista sardo a calciare dalla bandierina al 35’: svetta su tutti Ceppitelli e insacca portando così in vantaggio il Cagliari e ribaltando il risultato. La nostra Udinese si getta in avanti nei minuti conclusivi alla ricerca della rete del pareggio, ma il Cagliari riesce a frenare ogni nostra folata offensiva. Nei cinque minuti di recupero si gioca pochissimo a causa delle continue interruzioni provocate dai giocatori di casa, ma Adnan riesce ugualmente a provarci dalla media distanza: Cragno fa suo il pallone. Giacomelli allunga il recupero, ma ai bianconeri non riesce la zampata finale che consentirebbe di riagguantare il pareggio.