Politica | La visita

Di Maio a Udine: «Faremo di tutto per creare un governo del cambiamento»

Chiuse le porte a Berlusconi, il leader 5 Stelle ha invitato ad andare a votare per il bene del Fvg non per scambi di poltrone a Roma

UDINE – Sono le 21 quando Luigi Di Maio sale sul palco di piazza XX Settembre, introdotto dal candidato alla presidenza della Regione per il M5S Alessandro Fraleoni Morgera. Le sue prime parole sono rivolte ai cittadini di Udine: «E’ anche grazie a voi se abbiamo raggiunto 11 milioni di voti, quindi il mio grande grazie va a tutti voi. Faremo di tutto per creare un governo del cambiamento. Di governi per tirare a campare se ne sono fatti tanti, noi vogliamo cambiare la vita degli italiani in meglio». Di Maio ha annunciato di non voler cedere a compromessi ma di voler firmare un contratto per dare attuazione concreata ai programmi. «Non ci può essere un governo del cambiamento con Berlusconi».

FVG NO MERCE DI SCAMBIO - Il leader dei 5 Stelle ha poi fatto riferimento alle elezioni in Friuli Venezia Giulia: «Non permettete a nessuno di dare peso contrattuale alle elezioni in Fvg per scambi di poltrone a Roma: voi andate a votare per il bene della vostra Regione, non per la formazione del governo nazionale. Siete una di quelle regioni - ha aggiunto Di Maio - che per prima cosa va tutelata per la sua specialità: a fare la differenza è come la si utilizza e la si gestisce. Noi continueremo a tutelare le autonomie territoriali». Di Maio ha voluto rassicurare il numeroso pubblico intervenuto in piazza XX Settembre nonostante la pioggia che a breve l'Italia avrà un governo. «Spero che in questa regione il Movimento 5 Stelle possa fare un buon risultato, e certamente sarà sostenuto da un governo nazionale 5 Stelle». Di Maio lascia il paldo dopo 26 minuti di discorso.