Politica | la curiosità

Elezioni, 20 km a piedi e una pedalata per incontrare la gente delle periferie della città

E' l'iniziativa di 'Prima Udine' e di 'Friuli Futuro', le due liste civiche che appoggiano il candidato sindaco Enrico Bertossi

Elezioni, 20 km a piedi e una pedalata per incontrare la gente delle periferie della città
Elezioni, 20 km a piedi e una pedalata per incontrare la gente delle periferie della città (Diario)

UDINE - Cinque passeggiate e una pedalata per incontrare le persone, conoscere il territorio, valutare insieme progetti e problemi dei quartieri periferici di Udine. I candidati al Consiglio comunale delle liste 'Prima Udine' e 'Friuli futuro', che sostengono Enrico Bertossi sindaco della città, si mettono in gioco, anche fisicamente, uscendo dal centro e dal volantinaggio facile nei gazebo per lavorare insieme ai cittadini per il rilancio di Udine. «Vogliamo far capire che intendiamo voltare pagina rispetto all’amministrazione di centro sinistra, incapace di ascoltare le persone e di realizzare un progetto per la città basato su lavoro, sicurezza e decoro e che ora presenta un candidato sindaco in perfetta continuità con quanto fatto finora dalla giunta Honsell» spiega Bertossi, ribadendo che si tratta di un progetto alternativo anche a un centrodestra, asservito a logiche di partito e di potere che cela il suo vuoto progettuale per Udine dietro slogan ripetitivi. Insomma una politica 'in uscita' per parafrasare gli appelli di papa Francesco alla Chiesa.

SI COMINCIA MARTEDI' 17 APRILE - L’ idea è di partire da uno snodo della vita delle periferie e sostare in luoghi di aggregazione e di attività economica della zona, per bere un caffè insieme ai cittadini e arrivare alla fine ad un altro nodo nevralgico della rete periferica di Udine dove verrà allestito un gazebo informativo. Le passeggiate dei candidati di 'Prima Udine' e 'Friuli Futuro', che sfoggeranno il colore arancione, simbolo della campagna elettorale, cominceranno martedì 17 aprile alle 9 dalla piazza dei Rizzi con un percorso che vedrà delle soste presso piazzale Carnia e la Pro Loco di Borgo Sole, in alcuni esercizi di via della Faula per arrivare al piazzale della zona commerciale a fianco del cimitero; il secondo cammino prenderà le mosse dalla rotonda di 'Là Di Moret', giovedì 19 aprile sempre alle 9 per proseguire verso Paderno con soste in bar e attività economiche, passare attraverso la zona di Vat per concludersi in piazzale Chiavris. Per il terzo appuntamento ci si sposterà a Udine sud con partenza ore 9 di venerdì 20 aprile dal Dipartimento per le Dipendenze dell’ Azienda Sanitaria in via Pozzuolo, risalire la strada verso il centro svoltando per San Rocco con relativa sosta e raggiungendo attraverso viale Venezia il parcheggio della zona commerciale in fondo all’arteria. La quarta camminata è prevista domenica 22 aprile alle 9 dalla piazza della chiesa parrocchiale di Godia, da dove i candidati seguiranno via Bariglaria con soste a Beivars e nel quartiere Aurora giungendo fino alla caserma Cavarzerani. L’ultima camminata è fissata martedì 24 aprile sempre con partenza al mattino da Paparotti, si passerà per la piazza di Cussignacco e per la parrocchia di San Pio X, via Pradamano,  per arrivare fino al parcheggio all’incrocio tra viale Palmanoveìa e  via Melegnano. A suggellare questa incontro con i cittadini delle periferie udinesi ci sarà, il pomeriggio di venerdì 27 aprile la 'Prima Udine pedala', una biciclettata dei candidati che percorrerà le strade cittadine partendo da  Laipacco.

LE PROPOSTE DI BERTOSSI - Tirando le somme sarà una mezza maratona di 20 km a piedi per le vie della Udine spesso meno considerata dall’amministrazione e per la quale il progetto guidato dal candidato sindaco Enrico Bertossi, che sarà presente a tutte le camminate, prevede una grande attenzione, con una riorganizzazione dell’amministrazione comunale con la creazione di un tecnico e di un vigile urbano per ogni quartiere, giunte che si terranno nelle periferie e un piano di manutenzione continua affidato a imprese artigiane che saranno un riferimento continuo per ogni intervento in un determinato territorio.