10 dicembre 2018
Aggiornato 10:30

Escursione storica transfrontaliera nelle Valli del Natisone

Sono graditi gli amici a quattro zampe, purché educati alla convivenza con il pubblico
Escursione storica transfrontaliera nelle Valli del Natisone
Escursione storica transfrontaliera nelle Valli del Natisone (Proloco Nediske Doline Valli del Natisone)

VALLI DEL NATISONE - Dal 29 aprile al 1° maggio è in programma un’escursione storica transfrontaliera di tre giorni guidati dallo storico Marco Pascoli e Antonio De Toni fra Kambreško, il Monte Cum, e la catena di Castelmonte, alla riscoperta delle testimonianze della Grande Guerra. Il pernottamento (nella struttura Albergo Diffuso Valli del Natisone, località Tribil Superiore nel Comune di Stregna) e il trattamento di mezza pensione non sono vincolanti ed è quindi possibile partecipare alle escursioni nelle singole giornate. Sono graditi gli amici a quattro zampe, purché educati alla convivenza con il pubblico.

PROGRAMMA DEL 29 APRILE - Con il commento tematico del Dr. Marco Pascoli (esperto specializzato sui siti della Grande Guerra e fondatore del Museo della Grande Guerra di Ragogna), partiremo dal paese di Kambreško, in Slovenia.
Apprezzata una bella fontana bellica, scendiamo nel fondovalle Judrio toccando il villaggio di Kosi. Questa località era la sede del comando tattico del Generale Pietro Badoglio durante la Battaglia di Caporetto e presenta ancora oggi aspetti che rammentano quell’importante ruolo nel sistema gerarchico italiano. Attraversando il Ponte Clinaz e la vicina area che fu sede di strutture di retrovia e di un cimitero di guerra, saliamo a Tribil Superiore chiudendo la prima giornata dell’escursione.

PROGRAMMA DEL 30 APRILE - Nell’indomani, ci dedichiamo all’anello del Monte Cum: un’altura ricchissima di vestigia storiche (trinceramenti, postazioni d’artiglieria, baraccamenti, ecc.), che durante il conflitto fu visitata dal Re d’Italia e che, nelle giornate del 25 e 26 ottobre 1917, divenne teatro di una battaglia di retroguardia che ancora oggi attende di essere ricostruita in modo compiuto dalla storiografia.

PROGRAMMA DEL PRIMO MAGGIO - Il terzo e ultimo giorno dell’uscita ci condurrà lungo la dorsale Tribil – Monte San Giovanni – San Nicolò – Monte Spig – Castelmonte, secondo un percorso di cresta piacevole e privo di grandi dislivelli. La direttrice che seguiamo è quella intrapresa, 101 anni fa, dall’8° Reggimento Granatieri tedesco nella così detta «Battaglia di Cividale»: con rispetto, ci accostiamo ad alcune lapidi originali che impreziosiscono il patrimonio della memoria presso San Nicolò. Incontriamo e visitiamo numerose fortificazioni, anche corazzate in cemento, riconducibili alla 4a linea della 2a Armata italiana. Tali visite ci inducono ad addentrarci nell’evoluzione tattico-difensiva conosciuta dal Regio esercito nei primi anni del conflitto, capendo come venivano costruite e strutturate le trincee e le postazioni difensive. Sul Monte Spig, in fine, apprezziamo la capacità dimostrata dal genio militare di adattare alcune cavità naturali agli scopi bellici, ennesima riprova di come la natura e la storia siano due elementi compenetrati che, nelle Valli del Natisone, si manifestano con grande fascino.

Informazioni, costi e prenotazioni (entro il 27 aprile): Facebook Proloco NediskeDoline Valli del Natisone | 339 840 319 | segreteria@nediskedoline.it