3 aprile 2020
Aggiornato 20:30
Furti e rapine

Furto di abiti, porto abusivo d'arma e minaccia aggravata: scattate due denunce

I Carabinieri, al temine di una serrata attività di indagine, hanno raccolto elementi di responsabilità a carico di un 56enne di Paularo e di un cittadino bosniaco 30enne residente in Slovenia
Deferimento in stato di libertà per porto abusivo di arma e minaccia aggravata
Deferimento in stato di libertà per porto abusivo di arma e minaccia aggravata

UDINE - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tolmezzo, al temine di una serrata attività di indagine, hanno raccolto concordanti elementi di responsabilità a carico di un 56enne di Paularo resosi responsabile, lo scorso 19 aprile, in quel centro, di aver minacciato, senza apparente motivo ed esibendo una pistola, un 19enne di Forni Avoltri. L’arma, poi rinvenuta e sequestrata dai militari, è risultata essere una riproduzione 'a salve' e pertanto di libero acquisto. Il soggetto individuato è stato deferito in stato di libertà per le ipotesi di reato di porto abusivo di arma e minaccia aggravata.

Inoltre i Carabinieri della Stazione di Martignacco sono intervenuti presso il centro commerciale Città Fiera ove hanno individuato e bloccato un cittadino bosniaco 30enne residente in Slovenia che, poco prima, da un negozio di quel centro, aveva sottratto capi d’abbigliamento per un valore complessivo di 800 euro. La merce rubata è stata restituita al legittimo proprietario e l’autore del furto è stato deferito in stato di libertà per l’ipotesi di reato di furto aggravato.