13 dicembre 2018
Aggiornato 10:30

Udinese, via Massimo Oddo arriva Igor Tudor

Per le ultime quattro partite la società bianconera, dopo i rifiuti di Delneri e Reja, si affida all'ex centrocampista della Juventus
Udinese, via Oddo arriva Tudor
Udinese, via Oddo arriva Tudor (Diario)

UDINE – L’ufficialità è arrivata nel primo pomeriggio di martedì 24 aprile. Massimo Oddo non è più l’allenatore dell’Udinese. «Udinese Calcio – si legge sul sito della società bianconera – ufficializza di aver sollevato mister Massimo Oddo e i suoi collaboratori dall’incarico di guida tecnica della prima squadra. A loro vanno i ringraziamenti della società». Poche righe per dividersi dall’allenatore che aveva preso il posto di Luigi Delneri il 21 novembre 2017. Nella sua breve esperienza in bianconera può vantare 5 vittorie consecutive ma anche 11 ko di fila.

TUDOR PER RAGGIUNGERE LA SALVEZZA - Al suo posto arriverà Igor Tudor, ex centrocampista croato classe 1978, che in Italia ha militato nella Juventus e nel Siena (l'ufficialità è arrivata dopo le 16). Da allenatore ha già avuto esperienze nel suo paese oltre che in Turchia e in Grecia. Sarà lui a guidare l’Udinese nelle ultime quattro partite di campionato, con l’obiettivo di centrare la salvezza. Martedì mattina l’Udinese ha sondato ancora una volta Gigi Delneri, che pare abbia rifiutato l’incarico, Andrea Stramaccioni e Francesco Guidolin, così come Edy Reja. «Ho ricevuto la proposta dell'Udinese, peraltro squadra della mia terra, ma ho rifiutato ringraziando la società friulana – ha detto a Radio Incontro Olympia –. Penso che sia arrivato il momento dei giovani, il calcio lo richiede, io 'ho già dato'".

IL COMMIATO DI ODDO - Questo il commiato di Oddo postato su Instagram : «Ho colto l’opportunità di allenare un club storico come l’Udinese con l' entusiasmo di un bambino. L’abnegazione, la professionalità e il cuore sono stati il propulsore per me è il mio staff durante il periodo positivo che abbiamo vissuto e ancora di più in quest’ultima fase negativa. Abbiamo cercato in tutti i modi di uscire dalle difficoltà. Certamente qualcosa non andato per il verso giusto, sicuramente avremmo commesso degli errori, ma sempre con un’attitudine propositiva. La spinta più grande ce l’avete data voi con il vostro supporto incondizionato, che non è mai mancato, nemmeno in questa ora più buia. Un popolo, quello friulano ed una tifoseria, quella dell'Udinese, che sin dal primo giorno mi hanno mostrato stima e grande affetto. Sono arrivato come ospite e me ne vado come amico. Grazie Udine. Io e il mio staff tecnico non dimenticheremo mai il Friuli. MANDI. #udinese #udine #friuli".