12 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

‘Lignano Sabbiadoro Goes Green’: istituzioni e operatori a confronto

Una tre giorni interamente dedicata al mondo delle due ruote, con un convegno all’interno del quale verranno presentate le pratiche virtuose italiane e internazionali in fatto di mobilità ciclabile
‘Lignano Sabbiadoro Goes Green’: istituzioni e operatori a confronto
‘Lignano Sabbiadoro Goes Green’: istituzioni e operatori a confronto (Lignano Sabbiadoro)

LIGNANO – Quanto vale l’economia della bicicletta e qual è il suo valore aggiunto per l’offerta turistica, e non solo, di un Paese come l’Italia? Un tema di indubbia attualità in un contesto globale che sempre più è alla ricerca di soluzioni e prospettive legate alla mobilità sostenibile. Di questo e di molto altro si parlerà dal 4 al 6 maggio a Lignano Sabbiadoro, in occasione di ‘Lignano Sabbiadoro Goes Green. Prospettive di una città ciclabile’: una tre giorni interamente dedicata al mondo delle due ruote, con un convegno all’interno del quale verranno presentate le pratiche virtuose italiane e internazionali in fatto di mobilità ciclabile e verranno proposte idee e iniziative concrete per promuovere l’utilizzo della bicicletta e stimolare tanto il settore pubblico quanto quello privato a investire sulla ‘bikenomics’, nella convinzione supportata dai fatti che questa possa rappresentare un volano importante per la crescita sostenibile del nostro Paese.

IL CICLOTURISMO: UN’OPPORTUNITÀ DI CRESCITA PER IL NOSTRO PAESE - Secondo un recente studio di Legambiente l’insieme degli spostamenti a pedali genera in Italia un fatturato superiore ai 6 miliardi di euro, inteso come somma della produzione di biciclette e di accessori, delle vacanze su due ruote e dell’insieme delle ricadute positive generate dall’utilizzo della bicicletta in sostituzione di mezzi a motore (come ad esempio in termini di risparmio di carburante, minore spesa sanitaria e riduzione di emissioni nocive). «Il cicloturismo è solo una delle opportunità economiche per il nostro paese derivante dalla diffusione delle due ruote – commenta Paolo Pinzuti, CEO Bikenomist – Bikeitalia.it e fra gli organizzatori del convegno ‘Lignano Sabbiadoro Goes Green’. Modificare le abitudini di mobilità dei cittadini comporta una modifica dei bisogni che devono poi essere soddisfatti da attività imprenditoriali ad alto tasso di capitale umano. Questo significa posti di lavoro e, come vedremo nella due giorni di Lignano, ricadute positive anche per il commercio, per la sanità e per il risparmio privato».

‘LIGNANO SABBIADORO GOES GREEN’: ISTITUZIONI E OPERATORI A CONFRONTO - Per dimostrare che investire sull’economia della bicicletta può essere una scelta capace di portare benefici a molteplici livelli e per creare un network di operatori che possano contribuire a tradurre la teoria in pratica, si riuniranno a Lignano rappresentanti delle istituzioni, di associazioni di imprese e di operatori del settore, che metteranno a fattor comune le loro esperienze. L’evento, organizzato da Lignano Sabbiadoro Gestioni, Città di Lignano Sabbiadoro, Promoturismo Fvg e Consorzio Lignano Holiday, trova la collaborazione di Bikenomist srl, che contribuirà a portare nella località friulana il proprio Bikenomics Forum, il format di incontri sulla bicicletta che quest’anno è alla sua seconda edizione. Per consultare il programma integrale e iscriversi all’evento è possibile fare riferimento al sito ufficiale di Lignano Sabbiadoro Gestioni: https://bit.ly/2HijHNR

LA SCELTA DI LIGNANO SABBIADORO - In linea con le best practice delle più avanzate località turistiche europee e con l’obiettivo di attirare un turismo slow, evoluto e attento alla sostenibilità, Lignano Sabbiadoro ha scelto di investire sugli itinerari cicloturistici sviluppando nuovi percorsi ed estendendo la rete esistente, anche grazie all’apertura di nuovi collegamenti via barca, come quello che sarà inaugurato entro maggio e che metterà in comunicazione Lignano con Bibione attraversando il fiume Tagliamento. Un servizio gratuito, riservato a ciclisti e pedoni, che permetterà di collegare - lungo un percorso che si svolge per gran parte attraverso piste ciclabili – il faro rosso di Lignano Sabbiadoro con il faro di Bibione, passando quindi dal Friuli Venezia Giulia al Veneto. Potenzialmente, quindi, sulle due ruote si potrà arrivare, mediante percorsi che si snodano sia su piste ciclabili sia su strade a basso scorrimento, addirittura fino a Venezia, attraverso una rete di itinerari che arriva a raggiungere i 240 km e che permette, fra l’altro, il collegamento con la ciclovia Alpe Adria, che connette Grado a Salisburgo, in Austria.

IL CICLOTURISMO A LIGNANO: NON SOLO ‘SLOW’ MA ANCHE ‘SMART’ - E le novità non sono finite: gli itinerari che Lignano mette a disposizione degli amanti della bicicletta sono da oggi a portata di smartphone, grazie a nuove mappe predisposte da Lignano Sabbiadoro Gestioni che integrano un QR Code, tramite il quale è possibile – senza scaricare alcuna app – accedere direttamente alle pagine web con i percorsi. Qui l’utente è geolocalizzato automaticamente e questo rende possibile pedalare in tutta sicurezza sul percorso scelto; inoltre, la mappa è personalizzata con contenuti multimediali, come ad esempio immagini dei punti di interesse lungo il percorso o indicazioni utili quali punti di noleggio o di riparazione biciclette.