21 ottobre 2018
Aggiornato 15:00

Net: «Differenziamo i rifiuti durante le feste popolari»

L’azienda di igiene urbana lancia la campagna per le Ecosagre. «L’indifferenziato si dimezza: così rispettiamo l’ambiente e facciamo risparmiare la collettività»
Net: «Differenziamo i rifiuti durante le feste popolari»
Net: «Differenziamo i rifiuti durante le feste popolari» (Net)

UDINE - Organico, carta, plastica, vetro e lattine. Fare la raccolta differenziata durante le molte feste e sagre cittadine che vengono organizzate dimezza la produzione del rifiuto indifferenziato. Net Spa, la più grande azienda pubblica attiva nell’igiene ambientale in Friuli Venezia Giulia, lancia anche quest’anno l’Ecosagra, campagna per sensibilizzare sull’importanza di differenziare in modo corretto i rifiuti anche in un momento di festa. «Net, in collaborazione gli organizzatori, le diverse Proloco e associazioni con i loro presidenti e i volontari sostiene una campagna di comunicazione sul corretto comportamento per la suddivisione dei rifiuti durante lo svolgimento delle sagre e feste popolari», premette il presidente di Net Spa Alessandro Cucchini. «L’obiettivo non è solamente contrastare la diffusa quanto incivile abitudine a non differenziare i rifiuti in queste manifestazioni, quanto far capire che queste cattive abitudini producono danni all’ambiente, incidono sul decoro delle nostre belle località, ma soprattutto rappresentano un aggravio di costi per la collettività, costi dovuti per la pulizia e il ripristino dei luoghi nonché per lo smaltimento dei rifiuti».

I RIFIUTI INDIFERRENZIATI POSSONO DIMEZZARSI - Secondo una prima stima, sono oltre 500 le feste organizzate nei 215 Comuni del Friuli Venezia Giulia solamente nella stagione calda. Di queste, circa 200 interessano il territorio servito da Net. «L’attenzione ad una corretta raccolta differenziata deve partire dagli organizzatori per arrivare a coinvolgere, e responsabilizzare, tutti coloro che partecipano alla sagra», prosegue Cucchini. Net Spa si è resa disponibile a fare degli incontri mirati con Proloco e associazioni così da fornire un utile supporto per rendere la sagra una Ecosagra a tutti gli effetti. «I risultati che abbiamo avuto negli anni scorsi sono stati decisamente positivi», ricorda il direttore di Net Spa, Massimo Fuccaro. «Tra quanti hanno raccolto il nostro appello abbiamo notato che c’è stata una importante diminuzione dei rifiuti indifferenziati, che in alcuni casi si sono anche dimezzati rispetto all’esperienza dell’anno precedente».

RISPETTO PER NATURA E TERRITORIO - A fronte di un servizio di raccolta differenziata per le frazioni organica, carta e cartone, plastica, vetro e lattine che Net offre, c’è la raccomandazione a raccogliere e smaltire correttamente i rifiuti speciali e pericolosi quali ad esempio gli oli e le bombole del gas. Inoltre, gli organizzatori possono fare un ulteriore passo in avanti scegliendo il materiale compostabile (che viene conferito con l’organico) al posto di quello in plastica (da mettere con il rifiuto plastico) per piatti, bicchieri e posate. «L’importante è che vi sia una comunicazione corretta e siano posizionati i bidoni con indicato chiaramente la tipologia di rifiuto da conferire», richiama Fuccaro. «Le sagre che vengono organizzate sono per lo più dedicate alla valorizzazione del nostro territorio e dei prodotti tipici friulani. Fare una scelta ecologica sia sul fronte della differenziazione dei rifiuti sia sui materiali significa contribuire al rispetto della natura e a rendere più bello il territorio».