21 ottobre 2018
Aggiornato 15:00

Cercano di spendere banconote false e finiscono ai domiciliari

A finire nei guai sono stati due veneti di 27 e 28 anni. A febbraio hanno cercato di utilizzare 50 euro falsi tra Gorgo e Pertegada
Cercano di spendere banconote false e finiscono ai domiciliari
Cercano di spendere banconote false e finiscono ai domiciliari (Diario)

LATISANA – Tentavano di spendere banconote da 50 euro false, ma dopo un primo tentativo andato a segno, la scaltrezza di un tabaccaio ha interrotto la truffa. E così due veneti di 28 e 27 anni, un uomo e una donna, sono finiti agli arresti domiciliari. Il provvedimento è scattato il 15 maggio, anche se l’azione di spendere gli euro falsi risale al mese di febbraio.

I due personaggi si erano presentati in una rivendita tabacchi di Gorgo di Latisana riuscendo a comprare con 50 euro falsi un pacchetto di sigarette. Non contenti, ci avevano riprovato poco dopo a Pertegada, ma in questo caso il gestore si era accorto della tentata truffa e aveva avvisato i carabinieri. I militari dell’Arma avevano raggiunto i due uomini e li avevano identificati.

Al termine delle indagini, il 15 maggio i carabinieri del Norm di Latisana, coadiuvati da quelli della stazione di San Biagio di Callalta, nel trevigiano, hanno notificato il provvedimento degli arresti domiciliari ai due truffatori, accompagnandoli nelle rispettive abitazioni in attesa delle disposizioni dell’Autorità giudiziaria.