29 maggio 2020
Aggiornato 07:00
Economia

Russia e Friuli sempre più vicini grazie al Consolato onorario di Udine

Presentazione ufficiale, in Camera di Commercio a Udine, della innovativa azienda russa Digital Regulators, pronta a stringere nuove alleanze commerciali
Russia e Friuli sempre più vicini grazie al Consolato onorario di Udine
Russia e Friuli sempre più vicini grazie al Consolato onorario di Udine

UDINE – Legami sempre più stretti fra la Russia e il Friuli. A dimostrarlo è la visita che, in questi giorni, l'azienda Digital Regulators (DR) sta compiendo sul territorio regionale per mettere le basi a nuovi rapporti commerciali con questa zona d'Italia. Ieri, mercoledì 16 maggio, alcuni rappresentanti di questa impresa innovativa sono stati protagonisti di un incontro di lavoro alla Camera di Commercio di Udine. Nella circostanza, DR ha presentato i suoi sistemi digitali di controllo della produzione 'Anikron', che possono essere applicati in svariati ambiti industriali, dagli oleodotti agli impianti per l'estrazione del petrolio, passando per le raffinerie, ma anche per altre aree produttive. Digital Regulators, nata nel 2002, sviluppa, produce e installa controller di avviamento a bassa tensione per motori sincroni e ha saputo guadagnare, in questi oltre 15 anni, un ruolo da leader nella Federazione russa. L'azienda ha sede a Novosibirsk, considerata la 'città della scienza' della Federazione russa, e nel 2015 ha cominciato a mettere i ferri in acqua per un approdo ancora più incisivo su mercato europeo, conquistando un riconoscimento a Plovdiv, in Bulgaria, e ottenendo la certificazione CE per i suoi prodotti. Ora, invece, guarda al Friuli con particolare interesse.

Durante l'incontro in Camera di Commercio, DR ha dialogato con realtà di riferimento sul suolo regionale quali Danieli, colosso mondiale nella produzione di impianti siderurgici rappresentato nella circostanza da Ivan D'Onghia, e Gruppo Cividale, storica fonderia che opera in tutto il pianeta, per la quale era presente Calogero Fisci. I due esponenti del management di Digital Regulators giunti in Italia, Vyacheslav Samasyuk e Igor Titarenko della direzione commerciale,  hanno in seguito visitato le aziende per 'toccare con mano' l'eccellenza friulana. Al vertice di lavoro in Cciaa hanno preso parte anche Fausto Del Pin, dell'omonima azienda di San Giorgio di Nogaro che ha inventato Defendit (tecnologia di avvertimento e difesa dai fulmini), lo staff di «Laboratorio del diritto», rappresentato dall'avvocato Roberto Omenetto e dal notaio Gea Arcella, e il professor Edo D'Agaro dell'Università di Udine, esperto dell’Albo di Periti Ministero della Scienza e Innovazione  della Federazione Russa. Presenti anche Alessandro Tonetti, responsabile area internazionalizzazione di Confindustria Udine, ed Elena Levchenko della Camera di Commercio di Fryazino (altra città russa che spicca per la scienza), organizzatrice della visita. Prosegue così con forte impegno l'attività del Console onorario della Federazione Russa in Udine, Carlo Andrea Dall'Ava - che è anche vicepresidente della Camera di Commercio friulana - per avvicinare questo Paese e il Friuli in un'ottica di incentivazione dei rapporti di collaborazione nei contesti di business, turismo e cultura.