29 maggio 2020
Aggiornato 05:30
La cerimonia

Medaglia della Carità nazionale di bronzo al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine

La consegna è avvenuta mercoledì nella caserma Berghinz di via San Rocco da parte dell’Associazione Internazionale ‘Regina Elena’
Medaglia della Carità nazionale di bronzo al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine
Medaglia della Carità nazionale di bronzo al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine

UDINE – Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine ha ricevuto la Medaglia della Carità nazionale di bronzo da parte dell’Associazione Internazionale ‘Regina Elena’. La cerimonia si è svolta mercoledì 23 maggio nella caserma Berghinz di via San Rocco. All’evento erano presenti diverse autorità tra le quali il vicepresidente dell’Associazione ‘Regina Elena’ Gaetano Casella e il colonello Livio Ciancarella in rappresentanza della Brigata ‘Pozzuolo del Friuli’.

MISSIONI DI PACE E BONIFICA DEL TERRITORIO - Il presidente dell’Associazione, il grande ufficiale Ilario Bortolan, ha sottolineato l’impegno costante dei guastatori nell’operare in missioni di pace all’estero e il lavoro quotidiano che li vede impegnati nella bonifica del territorio dagli ordigni della Prima e Seconda Guerra Mondiale. I militari del 3° Guastatori sono attualmente impegnati in territorio nazionale nell’Operazione ‘Strade Sicure’ in supporto alle forze dell’ordine nelle città di Verona e Milano.

LE PECULIARITA' DEL 3° REGGIMENTO - Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, inquadrato nella Brigata ‘Pozzuolo del Friuli’ è l’unica Unità dell’Arma del Genio a fornire due compagnie per la Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare, peculiarità per l’Esercito, proprio della ‘Pozzuolo del Friuli’.