Cronaca | ​​VENZONE

Rinnovato il drappo della Bandiera di Guerra dll'8° Reggimento Alpini

La cerimonia si è svolta in occasione della festa di Corpo, giovedì 24 maggio nella caserma Feruglio alla presenza del comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d’Armata Claudio Berto

Rinnovato il drappo della Bandiera di Guerra dll'8° Reggimento Alpini (© 8° Reggimento Alpini)

​​VENZONE – Cambio del drappo della gloriosa Bandiera di Guerra dell’8° Reggimento Alpini. La cerimonia si è svolta in occasione della festa di Corpo, giovedì 24 maggio nella caserma Feruglio di Venzone alla presenza del comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d’Armata Claudio Berto e del comandante del Distaccamento alla sede nazionale della Brigata Alpina Julia’, colonnello Andrea Piovera. Nutrita la partecipazione di tanti ex appartenenti al Reggimento, di varie scolaresche e di molti amici dell’Ottavo. Il vecchio drappo fu assegnato all’8° nel 1946, al termine della Seconda Guerra Mondiale e dopo la fine della monarchia. Pertanto è il primo vessillo Repubblicano assegnato al Reggimento.

PASSAGGIO DAL VECCHIO AL NUOVO DRAPPO - Alla presenza dei gonfaloni delle città di Venzone, Cividale del Friuli, Tolmezzo, Tarvisio, Gemona del Friuli, Arzignano e Cittadella, tutte gemellate con il Reggimento, dei vessilli e gagliardetti dell’Ana e delle associazioni combattentistiche e d'Arma e di molte autorità civili e militari, il colonnello Giuseppe Carfagna, 55° Comandante dell’8° Reggimento Alpini, con a fianco il sottufficiale di Corpo del Reggimento, 1° luogotenente Renato Ciabrelli, e la signora Daniela Mura moglie del Caporal Maggiore Capo Luca Sanna, caduto in Afghanistan il 18 gennaio 2011, ha provveduto a togliere la freccia e le decorazioni alla vecchia Bandiera applicandole alla nuova. La benedizione della nuova Bandiera è stata effettuata da monsignor Angelo Bazzari, già presidente della Fondazione intitolata al Beato Don Carlo Gnocchi, con la quale il Reggimento è gemellato.
In questi 72 anni il vecchio Drappo, divenuto oramai logoro e che sarà religiosamente custodito nel Comando del Reggimento, ha visto gli Alpini dell’Ottavo prestare il loro fedele e infaticabile servizio alla Patria in Italia ed all'estero, seguendo il Reggimento nelle recenti missioni in Bosnia (Sarajevo) e Afghanistan (Herat, Bala Mourghab, Farah, Herat). Durate la cerimonia, il generale di Corpo d’Armata Claudio Berto ha altresì conferito al maggiore Carmelo Pezzino, ufficiale in servizio all’8° Reggimento Alpini, la croce di Bronzo al merito dell’Esercito.

LE ONOREFICIENZE DELLA BANDIERA DELL’8° – La Bandiera di Guerra dell’8° Reggimento Alpini è tra le più decorate dell’Esercito Italiano ed è custode di: Ordine Militare d’Italia (1915 - 1918);  Medaglia d’Oro al Valor Militare (Fronte Greco 1940 - 1941);  Medaglia d’Oro al Valor Militare (Fronte Russo 1942 - 1943); Medaglia d’Argento al Valor Militare (Carnia 1915);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Assaba - Libia 1913);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Ettangi - Libia 1913);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Pal Piccolo, Pal Grande e Freikofel 1915);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Venzone sisma 1976);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Moggio Udinese sisma 1976 -12^ Cp.);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Afghanistan 9 ottobre 2008 - 2 aprile 2009); Medaglia di Bronzo al Valor dell’Esercito (Alto e medio Friuli sisma 1976);  Croce d’Argento al Merito dell’Esercito (Mozambico 1994).