16 ottobre 2018
Aggiornato 04:00

Promozione della salute e di prevenzione: Bando di concorso dell’ospedale di Udine

Le iniziative dovranno essere presentate da parte di Associazioni di volontariato regolarmente iscritte al Registro Regionale entro e non oltre la scadenza del 14 giugno 2018
Promozione della salute e di prevenzione: Bando di concorso dell’ospedale di Udine
Promozione della salute e di prevenzione: Bando di concorso dell’ospedale di Udine (Adobe Stock)

UDINE - L’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine ha emanato un bando di concorso in cui i soggetti proponenti, ammessi alla presentazione di proposte progettuali, sono individuati in tutti i ‘Portatori di interesse’ nelle attività di promozione della salute e di prevenzione e nello specifico le Associazioni di volontariato regolarmente iscritte al Registro Regionale. Queste ultime, che devono operare sul territorio dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, dovranno dimostrare l’esperienza nel campo della prevenzione delle malattie, promozione della salute e integrazione sociosanitaria, come rilevabile dallo statuto e da documentazione che ne attesti l’effettivo svolgimento.

L’INIZIATIVA rientra nell’ambito del programma finalizzato a sostenere attività di promozione della salute e di integrazione sociosanitaria che la Regione Friuli Venezia Giulia ha inserito nel Piano regionale della prevenzione 2014/18. Viene richiesto lo sviluppo di progettualità riconducibili alle seguenti linee operative.

MIGLIORARE LA SALUTE NEI SOGGETTI A RISCHIO di malattie croniche non trasmissibili e malati cronici. L’uso di tabacco, alimentazione scorretta, inattività fisica, abuso di alcol sono i principali fattori di rischio di tali malattie croniche. Tali patologie sono quindi largamente prevenibili attraverso la modifica dei comportamenti non salutari, ma a tal fine sono necessarie strategie e politiche che non solo migliorino la consapevolezza dei cittadini, ma rendano possibili anche cambiamenti dei contesti ambientali, sociali, economici e culturali che influiscono fortemente sulle scelte dei singoli.

PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI. Gli incidenti stradali rappresentano un problema di assoluta priorità per la sanità pubblica per l’alto numero di morti e di invalidità permanenti e temporanee che causano nel mondo. In Italia il numero di incidenti stradali risulta in diminuzione, ma nel 2016 si sono verificati 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 3.283 vittime. Agli enormi costi sociali e umani, si aggiungono quindi anche elevati costi economici, che rendono la questione della sicurezza stradale un argomento di enorme importanza per i sistemi sanitari di tutti i Paesi.

AMBIENTE E SALUTE: facilitare una migliore qualità dell’ambiente e del territorio. La prevenzione delle malattie di origine ambientale richiede uno sforzo complesso di azione sia sui comportamenti che sugli stili di vita, oltre che sulle norme e le misure istituzionali che consentono di garantire la sicurezza della popolazione esposta ai rischi ambientali. Ridurre le esposizioni ambientali ridurrebbe notevolmente l'onere globale della malattia anche favorendo condizioni ambientali atte a favorire l’adozione di corretti stili di vita con un approccio di ‘salute in tutte le politiche’, vale a dire che le problematiche della salute e dell’ambiente sono tematiche trasversali che coinvolgono molte competenze, servizi e direzioni oltre settori regionali e soggetti esterni (scuole, associazioni, agenzie, enti locali, unioni di Comuni).

ALIMENTAZIONE E SALUTE: promozione di un’alimentazione sana, sicura e sostenibile. Lo stato di salute delle popolazioni, sia ricche che povere, del pianeta è fortemente influenzato dal livello e dalla qualità della nutrizione. Una dieta corretta è un validissimo strumento di prevenzione per molte malattie, e di gestione e trattamento in molte altre. Secondo l’Oms, ad esempio, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori possono essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione e sono quasi tre milioni le vite che si potrebbero salvare ogni anno nel mondo grazie a un consumo sufficiente di frutta e verdura fresca.

LE INIZIATIVE, PROMOSSE CON BANDO consultabile sul sito dell'Azienda Sanitaria Unica Integrata di Udine - da concludersi entro il 31 dicembre 2018 - dovranno essere presentate da parte di Associazioni di volontariato regolarmente iscritte al Registro Regionale entro e non oltre la scadenza del 14 giugno 2018 in una delle seguenti modalità: posta certificata asuiud@certsanita.fvg.it oppure raccomandata inviata all’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, Soc Affari Generali, Piazzale Santa Maria della Misericordia 15, 33100 Udine.