18 agosto 2019
Aggiornato 07:00
CHIUSAFORTE

Due giovani escursionisti friulani recuperati in Val Raccolana

Un ragazzo di Cassacco e una ragazza dai Tavagnacco in difficoltà a causa del temporale. Una decina i soccorritori intervenuti
Due giovani escursionisti friulani recuperati in Val Raccolana
Due giovani escursionisti friulani recuperati in Val Raccolana

CHIUSAFORTE - Due giovani escursionisti friulani sono stati soccorsi, sabato pomeriggio, lungo un sentiero delle Alpi Giulie, in comune di Chiusaforte, sopra la Val Raccolana. I due giovani, S. B. del 1991 di Cassacco, e I. S. del 1992 di Tavagnacco, hanno richiesto aiuto contattando il Nue112 intorno alle 16. In quel momento era scoppiato il temporale e i due si trovavano sul sentiero Cai 621 che dai Piani del Montasio conduce all’abitato di Chiout Cali in Val Raccolana a una quota di circa 1.300 metri. Erano in difficoltà, in prossimità di un tratto del percorso in parte dissestato e reso accidentato dalle valanghe di quest’inverno e dall’incendio di qualche anno fa. I ragazzi si erano accorti che traversare in quel punto, senza vedere dall’atra parte chiaramente la prosecuzione del sentiero, li avrebbe sottoposti a qualche rischio durante il temporale e hanno chiesto aiuto.

Dalla Stazione del Cnsas di Moggio Udinese è partita una squadra di quattro tecnici, cui poi si sono uniti i soccorritori della Guardia di Finanza di Sella Nevea, per recarsi in auto  ai Piani del Montasio. Da lì i tecnici si sono incamminati a piedi per raggiungere i ragazzi in traversata contattando nel frattempo anche l’elicottero della centrale operativa di Udine. Quest’ultimo è decollato ma ha poi dovuto attendere presso l’elibase di Tolmezzo che ci fosse una schiarita dalle piogge. Una volta riacquistata visibilità, intorno alle 17.30, la squadra di soccorso sul velivolo ha prelevato i due ragazzi con il verricello uno alla volta conducendoli in salvo a Saletto, dove era stato fissato il campo base di soccorso. Sul posto anche una squadra di Vigili de Fuoco.