29 maggio 2020
Aggiornato 06:30
UDINE

Alternanza scuola-lavoro: 6 studenti del Marinoni nella caserma Berghinz

Prima esperienza di questo tipo nella sede dei genieri del capoluogo friulano
Alternanza scuola-lavoro: 6 studenti del Marinoni nella caserma Berghinz
Alternanza scuola-lavoro: 6 studenti del Marinoni nella caserma Berghinz

UDINE - Si è concluso l’8 giugno per sei studenti dell’Istituto Tecnico Statale Marinoni il periodo di alternanza scuola-lavoro nella caserma Berghinz, sede del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine.

E' LA PRIMA VOLTA PER I GENIERI - L’Alternanza scuola-lavoro (introdotta della legge n. 107 del 2015), per la prima volta in assoluto sperimentata nella sede dei genieri di Udine, è una modalità didattica innovativa che, attraverso l’esperienza pratica, aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso grazie a progetti in linea con il loro piano di studi. Gli allievi, iscritti al quarto anno con indirizzi 'Costruzioni Ambiente Territorio' e 'Geotecnic'», hanno scelto di svolgere questo periodo formativo con i guastatori del capoluogo friulano per vivere appieno la vita di caserma. Hanno infatti seguito un percorso di tre settimane e 120 ore che si è snodato tra le principali attività che caratterizzano il genio militare: ricognizioni e misurazione del terreno, familiarizzazione con le macchine da cantiere e loro utilizzo nelle pubbliche calamità, bonifica del territorio da ordigni residuati bellici e da ordigni esplosivi improvvisati, allestimento di un poligono e primo soccorso con rianimazione cardiopolmonare (BLS-D).

L'ATTIVITA' DEL GENIO - Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, inquadrato nella Brigata Pluriarma di Manovra a connotazione anfibia 'Pozzuolo del Friuli',  è un’unità dell’Arma del Genio che, sotto il controllo del Comando Forze Operative Nord di Padova, è incaricata di bonificare il territorio del Friuli Venezia Giulia e delle province di Treviso e Venezia dai residuati bellici dei due conflitti mondiali ancora esistenti. L’Esercito, grazie alla connotazione 'dual-use' dei  reparti del genio, oltre all'impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d'intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.