18 dicembre 2018
Aggiornato 21:00

Entra nel vivo l'estate di malga Montasio: alpeggiate 250 vacche

A gestirle sono 19 persone per conto dell’associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia
Entra nel vivo l'estate di malga Montasio: alpeggiate 250 vacche
Entra nel vivo l'estate di malga Montasio: alpeggiate 250 vacche (Allevatori)

CHIUSAFORTE - Non si può dire aperta davvero la stagione in malga Montasio finché in quota non arrivano loro, le vacche, regine del pascolo nei mesi estivi. Quel momento, atteso da grandi e piccini, è finalmente arrivato: da questa settimana, infatti, l’altopiano ospita 250 capi di bestiame tra vacche, manze e giovenche provenienti da 34 allevamenti di 25 diversi comuni della regione. Un vero spettacolo per chi raggiuge la malga per godersi un po’ di pace, un panorama mozzafiato e quella sensazione di tranquillità e tempo dilatato che regalano le mucche al pascolo. A gestirle, insieme a pascolo, caseificio, ristoro e alloggio agrituristico, sono 19 persone per conto dell’associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia, che ancora una volta ha messo a punto un ricco programma di eventi collaterali per richiamare turisti e appassionati in quota. Appuntamenti che andranno ad aggiungersi al richiamo della natura e dei sapori proposti dalla malga. A partire da quelli lattiero-caseari, che i visitatori potranno anche acquistare allo spaccio: ricotta, yogurt e formaggio montasio Dop Pdm (prodotto della montagna), che qui vanta la fascetta numero zero. Una festa per gli occhi e il palato.  Come il prossimo 24 giugno, giorno dedicato dall’AaFvg alla carne bovina di sola 'Pezzata rossa italiana'. I visitatori (dalle 11) potranno degustarla cotta allo spiedo, abbinata alla birra agricola friulana. 

La malga è situata sull'omonimo altopiano, tra i 1.500 e i 1.800 metri, nello splendido contesto delle Alpi Giulie, circondata dalle maestose catene del Canin e del Montasio, in un sito di interesse comunitario. Si estende su un territorio di 1064 ettari di cui la metà è dedicata al pascolo, con annessa latteria e come detto un ristoro agrituristico e uno spaccio. Sull'altopiano, largo mediamente 1 chilometro e lungo 4, si possono effettuare varie attività sportive tra cui trekking, nordic walking, mountain bike ed escursioni sul Re delle Giulie. Non ultimo, ciclismo su bici da strada: complice il primo arrivo in malga del Giro d’Italia nel 2013, sono centinaia ogni estate i cicloamatori che sfidano la salita. La vetta è raggiungibile da Chiusaforte, via Sella Nevea, oppure da Tarvisio, via Cave del Predil. La strada è asfaltata, adatta ad essere percorsa sia dalle auto che dai camper.
Tra gli altri appuntamenti del fitto cartellone estivo segnaliamo il pomeriggio musicale con il gruppo 'Disco Stajare Street Band' (9 luglio, ore 13.30) e la camminata con degustazione di varie tipologie di birra e di formaggio Montasio (il 22 luglio, ore 9.30).