21 novembre 2018
Aggiornato 08:30

FVG ottavo in Italia con 1,6 milioni di ettolitri di vino prodotti

Primato nelle barbatelle, a quota 94 milioni nel 2016. Si tratta di una produzione caratterizzata da elevati livelli di qualità, l'89% dei vini possiede certificazioni di qualità Dop e Igp
FVG ottavo in Italia con 1,6 milioni di ettolitri di vino prodotti
FVG ottavo in Italia con 1,6 milioni di ettolitri di vino prodotti (Adobe Stock)

SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA - Con 1,6 milioni di ettolitri di produzione di vino, il vitivinicolo del Friuli Venezia Giulia si colloca all'ottavo posto della classifica tra le maggiori regioni vitivinicole italiane: il dato è emerso nel corso di un convegno promosso, a Rauscedo di San Giorgio della Richinvelda, da Intesa Sanpaolo, alla presenza di Stefano Zannier, assessore alle risorse agroalimentari e forestali della Regione. Si tratta di una produzione caratterizzata da elevati livelli di qualità, tanto che l'89% dei vini possiede certificazioni di qualità Dop e Igp, grazie anche alle quali si sono affermati sempre più sui mercati internazionali, con accrescimento del 40% dei valori esportati tra il 2007 e il 2017.

EXPORT - Il 26,5% dei 137,8 milioni di euro esportati dalla regione nel 2017, si è diretto verso il mercato statunitense, il 16,1% verso quello tedesco e l’11,3% e quello inglese: accanto a questi tre principali sbocchi, si sono messi in evidenza nel lungo periodo anche mercati molto lontani ma ad alto potenziale come Australia e Cina. Tra il 2016 e il 2017 gli Stati Uniti hanno segnato un ulteriore incremento, cui si è aggiunto il buon andamento delle vendite in Slovenia, Israele e Svizzera. L'export della regione ha pertanto proseguito il suo percorso di crescita (3,5%), seppure a un ritmo inferiore rispetto alla media nazionale (+6,7%) a causa dei lievi arretramenti subiti in Germania e Regno Unito.

UDINE E PORDENONE - In questo contesto regionale Udine e Pordenone sono le maggiori realtà vitivinicole rispettivamente con 55,6 milioni di euro e 47,2 milioni di euro esportati nel 2017. I vini della provincia di Pordenone hanno avuto in particolare una grande crescita delle esportazioni tra il 2008 e il 2017, pari a +84,9%, che si è accentuata dal 2013 in poi, trainata anche dalla crescente affermazione del Prosecco sui mercati mondiali. La filiera vitivinicola friulana detiene inoltre il primato come maggiore produttore di barbatelle, 94 milioni nel 2016, pari al 55% dell'intera produzione nazionale, con un ruolo di leadership a livello mondiale. L'Italia è al primo posto in Europa per le esportazioni di barbatelle (54% del totale europeo), che nel 2017 hanno toccato i 45,2 milioni di euro, distanziando fortemente la Francia secondo principale competitor: tra il 2008 e il 2017 la quota italiana di esportazione in Europa delle barbatelle si è accresciuta del 30% mentre quella della Francia si è dimezzata. I principali mercati di sbocco sono Spagna e Francia, seguiti da Portogallo, Bulgaria e Russia in grande crescita.