17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
TALMASSONS

Refrion, un 2018 positivo con la presenza ai Mondiali di Russia

L’azienda friulana registra un aumento di fatturato del 40% nei primi 6 mesi dell'anno frutto di investimenti e azioni commerciali sempre più strutturate
Refrion, un 2018 positivo con la presenza ai Mondiali di Russia
Refrion, un 2018 positivo con la presenza ai Mondiali di Russia Shutterstock

TALMASSONS - Refrion, l’azienda friulana specializzata nella produzione di apparecchi ventilati a uso industriale, fa un bilancio del primo semestre 2018 e guarda alla chiusura dell’anno con grande entusiasmo. Dopo aver fornito i suoi raffreddatori per gli impianti degli stadi degli Europei del 2008 e del 2012, Refrion è presente anche al mondiale di Russia 2018 con le installazioni negli stadi di Volgograd (Leningrado) e di Ni¸nij Novgorod.  L’anno si è aperto con nuovi ed importanti ordini che la proiettano ad una chiusura di anno stimata a 27 milioni di euro di fatturato. Un risultato che il ceo di Refrion Daniele Stolfo commenta così: «Stiamo raccogliendo i frutti di anni di investimenti, fatti per poter conquistare la fiducia di un numero sempre più importante di clienti che, nei nostri prodotti, trovano le soluzioni più efficienti e potenti per il raffreddamento, la refrigerazione ed il condizionamento. Ciò che ci contraddistingue è la capacità di realizzare macchine di grandi dimensioni ma con un grande potenziale dal punto di vista del risparmio energetico. Perfette per le applicazioni industriali»

SI PUNTA MOLTO SULL'AFFIDABILITA' - L’investimento che più di ogni altro si è rivelato strategico per la crescita di Refrion è la camera climatica che dà l’opportunità di fornire test precisi sul rendimento delle proprie apparecchiature, anche le più grandi, nelle esatte condizioni di installazione. Si tratta di un’unicità in Europa in quanto nessun’altra azienda è in grado di fornire collaudi così dettagliati, solitamente svolti su singoli moduli e non sull’intera macchina. Ed è proprio l’affidabilità dell’azienda friulana, garantita dalla camera climatica, che favorisce l’acquisizione di nuovi mercati e nuovi clienti in tutto il mondo. Puntando a un ampliamento del mercato, Refrion ha previsto nel proprio piano di sviluppo delle nuove misure di espansione commerciale. Dai primi mesi del 2018, infatti, l’azienda può contare su un nuovo partner con base Regno Unito per spingere sul mercato di riferimento i prodotti e i servizi dell’azienda di Talmassons. Gli altri Paesi nel mirino di Refrion sono la Francia e la Germania, quest’ultima già presidiata attraverso la società Refrion Deutschland GmbH per affrontare un mercato estremamente competitivo con tutti gli strumenti necessari.

AFFARI IN CRESCITA DEL 40% - «Siamo felici di aver inaugurato il 2018 forti di importanti conferme e con una presenza sempre più strutturata a livello europeo. Stiamo registrando un incremento del giro d’affari di circa il 40% rispetto all’anno scorso e questo non può che spingerci a proseguire in questa direzione, continuando parallelamente a investire in ricerca e sviluppo", chiude Daniele Stolfo.