17 luglio 2019
Aggiornato 05:00
Udine

Contro spaccio e prostituzione in arrivo 21 nuove telecamere

Il merito è del «Patto per l’attuazione della sicurezza urbana» sottoscritto dal sindaco di Udine, Pietro Fontanini, e il prefetto, Vittorio Zappalorto
Contro spaccio e prostituzione in arrivo 21 nuove telecamere
Contro spaccio e prostituzione in arrivo 21 nuove telecamere ANSA

UDINE – Sempre più occhi elettronici controlleranno la città di Udine. Il merito è del ‘Patto per l’attuazione della sicurezza urbana’ sottoscritto dal sindaco di Udine, Pietro Fontanini, e il prefetto, Vittorio Zappalorto. Potendo accedere a un fondo istituito ad hoc dall’ex ministro Minniti (a disposizione, a livello nazionale, ci sono 37 milioni di euro), in città saranno posizionate 21 nuove telecamere per presidiare le zone considerate più a rischio.

ECCO DOVE SARANNO POSIZIONATE LE TELECAMERE – Due telecamere troveranno posto al parco Moretti, altre due al parco del Cormor, tre in viale Palmanova (due per il controllo delle targhe), mentre saranno sei i dispositivi piazzati nella zona del Terminal Nord. Telecamere anche nel sottopasso tra via Cernaia e la stazione ferroviaria, e ancora tra via Cernaia di via delle Ferriere, all’angolo tra via Manzini e via Parini, all’incrocio tra viale Ungheria e via del Pozzo, all’incrocio tra viale Europa Unita e via Percoto, all’incrocio tra via Tullio e via della Vigna, all’incrocio tra via Tullio e via delle Ferriere.

DATE RISPOSTE AI CITTADINI - Un modo per rendere più controllata la città dando una risposta concreta ai cittadini, che proprio nella zone dove saranno posizionate le telecamere lamentavano degrado e delinquenza dovuti a fenomeni di spaccio e prostituzione.