16 dicembre 2018
Aggiornato 01:00

Prevenzione: Riccardi sottolinea l'impegno a riorientare le risorse

Il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia è intervenuto alla 19^ tappa del tour organizzato dai medici dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom)
Prevenzione: Riccardi sottolinea l'impegno a riorientare le risorse
Prevenzione: Riccardi sottolinea l'impegno a riorientare le risorse (Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG - "La Regione si impegna a riorientare sempre maggiori risorse su attività in grado di diffondere la cultura della prevenzione tra i cittadini, nella consapevolezza che si tratti di una sfida centrale: per vincerla occorrerà consolidare una forte alleanza tra gli operatori della salute e l'importante rete del volontariato sociale a cui l'Amministrazione regionale continuerà a tributare ringraziamento e fiducia». Lo ha sottolineato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, intervenendo alla 19^ tappa del tour organizzato dai medici dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) che, dal 2 al 4 luglio, forniranno presso il motorhome in piazza Duomo a Udine consigli e informazioni sulla prevenzione.

Riccardi ha ringraziato per il lavoro importante che gli organizzatori del Festival della prevenzione e innovazione in oncologia stanno facendo su un tema che, ha indicato il vicegovernatore, deve entrare prioritariamente nel mondo della scuola "ma raggiungere anche quelle tante persone che probabilmente non vivono con la stessa sensibilità di coloro che subiscono o hanno in famiglia pazienti colpiti da patologie: anche il loro contributo - ha aggiunto Riccardi - è determinante per riuscire a vincere la sfida di un sistema basato sulla prevenzione». Almeno un terzo delle diagnosi di tumore potrebbe essere evitato seguendo un corretto stile di vita, ha ricordato il direttore del dipartimento di Oncologia dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine (Asuiud), Gianpiero Fasola, che è intervenuto all'apertura della tre-giorni assieme al direttore generale Asuiud, Mauro Delendi, al direttore centrale Salute della Regione, Gianni Cortiula, e al sindaco di Udine, Pietro Fontanini.