21 giugno 2019
Aggiornato 02:00
Udine

Musica di qualità compagna per tutta l'estate, alle porte "Carniarmonie"

"La manifestazione è cresciuta negli anni ed è diventata un classico della stagione estiva. - commenta l'assessore alla Cultura Tiziana Gibelli - Tra le iniziative culturali che mi sono piaciute maggiormente per come la qualità musicale del festival sia in grado di valorizzare luoghi poco conosciuti"
Presentazione del festival "Carniarmonie"
Presentazione del festival "Carniarmonie" Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - «Carniarmonie è una manifestazione cresciuta negli anni, affermatasi come un classico della stagione estiva del Friuli Venezia Giulia, in grado oggi di avvicinare alla musica dal vivo, di tutti gli stili e generi, ampie fasce di pubblico che, oltre all'emozione della performance dal vivo, scoprono anche luoghi della Carnia di insolita bellezza».

FESTIVAL MUSICALE - Lo ha sottolineato l'assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, nel corso della presentazione del festival musicale che dal 14 luglio al 14 settembre propone - con l'organizzazione della Fondazione Bon di Colugna, sotto la direzione artistica di Claudio Mansutti e con il contributo della Regione, del Mibact e di numerosi sponsor privati - cinquanta appuntamenti, tra cui 35 concerti di classica, etnica, contemporanea, jazz, opera e contaminazioni, nei luoghi piů belli delle vallate e in venticinque comuni della Carnia.

QUALITA' DEL FESTIVAL - Gibelli ha rinnovato il convinto sostegno della Regione ad una rassegna «che, senza nulla togliere alle altre importanti e interessanti iniziative culturali che il Friuli Venezia Giulia propone, è tra quelle che mi sono piaciute maggiormente perché grazie all'alta qualità delle proposte musicali, che giustamente spaziano su tutti i generi, è in grado di valorizzare luoghi molto belli ma poco conosciuti».

MATERIA VIVA - L'assessore ha ribadito come «la cultura sia una materia viva, che si nutre di contaminazione di generi e stili e non deve correre il rischio di essere museificata, ma anzi va continuamente fruita». "Non c'è nulla di meglio - ha indicato Gibelli - dello spettacolo dal vivo, e in particolare della musica, per accendere un riflettore su luoghi di fascino ma per lo piů misconosciuti. Ci procurerà quel circolo virtuoso che porterà molti più visitatori anche nei mesi successivi agli eventi».

CALENDARIO DELLE PROPOSTE - Con l'obiettivo di far continuare a crescere iniziative come Carniarmonie, la linea dell'amministrazione regionale sarà quella di stilare un calendario annuale delle tante proposte del Friuli Venezia Giulia, «per dimostrare - ha detto Gibelli - che qui si fa cultura lungo tutti i mesi dell'anno e stimolare cosè l'attrazione di grandi sponsor».

PROGRAMMA - Tutto il programma della rassegna, che quest'anno si aprirà all'abbazia di San Gallo di Moggio Udinese con il concerto della neonata Orchestra Giovanile Alpina fondata a seguito della vittoria del bando regionale legato alla titolazione di Tolmezzo Città Alpina, è consultabile sul sito.