26 settembre 2018
Aggiornato 11:30

Manzano, la giunta comunale 'taglia' il concerto di Povia

Il cantante attacca su Facebook sindaco e vicesindaco accusandogli di volerlo imbavagliare
Manzano, la giunta comunale 'taglia' il concerto di Povia
Manzano, la giunta comunale 'taglia' il concerto di Povia (Fb)

MANZANO – Il Comune di Manzano annulla il concerto di Giuseppe Povia previsto per venerdì 20 luglio e scoppia la polemica. Il cantante ha postato una serie di video sulla sua pagina Facebook accusando la giunta Iacumin di averlo voluto imbavagliare per le sue idee. Negli ultimi anni, infatti, l’ex vincitore del Festival di Sanremo è finito al centro della cronaca per le sue posizioni euroscettiche, quelle anti vaccini, oltre che per le sue prese di posizione a favore della famiglia e sull’immigrazione.

LE PAROLE DI POVIA – «La manina magica della solita sinistra che mette il bavaglio a chi non la pensa come loro. Il vicesindaco Zamò e il sindaco Iacumin non mi hanno più voluto, ma una motivazione bisogna darla». Questa è solo una parte dello sfogo pubblicato su Facebook, dove il cantante parla di un contratto regolarmente firmato («ovviamente un concerto può essere annullato» spiega), e di giustificazioni di tipo «politico» date a voce alla sua manager da parte del vicesindaco Zamò. «Cosa può fare di male un concerto di Povia – si chiede lo stesso cantautore su Facebook –. Il politico vero è quello che vale quanto la sua parola, non quello che mette il bavaglio», chiude l’artista, che invita i cittadini di Manzano a riflettere bene su chi votare il prossimo anno alle elezioni comunali.

LA REPLICA DEL SINDACO – Iacumin, raggiunto al telefono da Udinews, ha spiegato che si è deciso di sostituire Povia "con un artista più confacente al target atteso alla festa della Sedia di Manzano, e cioè le famiglie».La scelta del sostituto è caduta su una cover band dei Pooh, "scelta sicuramente più adatta al pubblico di Manzano».