15 giugno 2019
Aggiornato 23:00
Gemona del Friuli

La titolare della sala slot 'latita' e la polizia le sospende la licenza

Dai controlli effettuati dalla polizia di Tolmezzo, in tre diverse giornate della settimana scorsa, è emerso che a gestire l’attività fossero persone sempre diverse, e che, fra l’altro, alcune di esse, non fossero legate ad alcun vincolo contrattuale
La titolare della sala slot 'latita' e la polizia le sospende la licenza
La titolare della sala slot 'latita' e la polizia le sospende la licenza

GEMONA – Gestiva l’attività di raccolta gioco ‘Magic Games’ (una sala giochi vlt, aperta h 24 tutti i giorni della settimana) a Gemona del Friuli, peccato però che ha trascurato il fondamento della norma del testo unico della legge di pubblica sicurezza che prevede l’obbligo di esercitare personalmente l’attività.

LE VERIFICHE - Dai controlli effettuati dalla polizia di Tolmezzo, in tre diverse giornate della settimana scorsa, è invece emerso che a gestire l’attività fossero persone sempre diverse dalla titolare dell’autorizzazione di pubblica sicurezza, e che, fra l’altro, alcune di esse, non fossero legate ad alcun vincolo contrattuale.

LA SOSPENSIONE DELLA LICENZA - La scarsa attenzione nella modalità di conduzione del pubblico esercizio riscontrata dalla polizia di stato nei confronti della titolare, Z.Y., di nazionalità cinese, come i collaboratori di cui si avvaleva, ha fatto rilevare una direzione non consona sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, proprio per la totale assenza della titolare di licenza o di un rappresentante autorizzato. A seguito degli abusi rilevati dalla Polizia di Stato, il Questore di Udine ha decretato la sospensione per sette giorni del ‘Magic Games’ di via Taboga, notificato alla titolare della licenza il 10 luglio scorso, con l’avvertenza che eventuali ulteriori violazioni future saranno contrastate con più gravi sanzioni amministrative previste dal testo unico della legge di pubblica sicurezza.